Lunedì, 20 Settembre 2021

Al via la demolizione delle Case D'Arrigo, tra applausi e lacrime dei residenti

Ruspa in azione in uno dei rioni più degradati di Messina. Iniziati gli abbattimenti dei 32 alloggi che faranno spazio alla via Don Blasco. Un passo avanti per il risanamento edilizio

Le Case D'Arrigo a breve non esisteranno più. Oggi sono iniziati gli interventi di demolizione delle 34 baracche di Maregrosso che lasceranno il posto alla nuova via Don Blasco.

Intorno alle 12 si è mossa la prima ruspa che in poco tempo ha ridotto in macerie una delle vetuste abitazioni che fino a poco tempo fa ospitava una famiglia. Adesso il rione è completamente deserto, dopo la consegna dei nuovi alloggi ai 34 beneficiari avvenuta lo scorso 27 dicembre

Alla consegna dei lavori sono intervenuti il sindaco Cateno De Luca, il vicesindaco Salvatore Mondello, l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, gli assessori comunali ai Fondi Europei, Carlotta Previti, e alle Politiche Sociali e della Casa Alessandra Calafiore insieme al presidente Arisme Marcello Scurria. Presenti anche Giorgio Martini e Riccardo Monaco dirigenti responsabili dell’Autorità di Gestione del PON Metro che ha finanziato i lavori.

Lacrime e commozione da parte di chi risiedeva nel rione. Una decina di persone ha assistito al lavoro inesorabile della ruspa riprendendo con il telefonino l'inizio delle demolizioni. Dall'altro lato la  soddisfazione dell'amministrazione comunale davanti al primo vero traguardo nell'ottica del complesso risanamento cittadino.

"E' una tappa - ha detto il sindaco Cateno De Luca - che darà inizio ad un percorso di risanamento su cui abbiamo fatto una grande scommessa. Le attività di oggi coincidono con la realizzazione di un'importante arteria per tutta la città. Grazie ad Arisme la nostra azione inizia a manifestarsi con soluzioni e risorse economiche che rischiavamo di perdere. Andremo avanti anche grazie alla cessione delle aree al Comune da parte di Iacp, ci sono delle scadenze di cui dobbiamo tenere conto.

Incendio nella baraccopoli di Camaro Sottomontagna, paura tra i residenti

Un lavoro su tre fronti vedrà impegnato Palazzo Zanca nell'ottica risanamento. "Abbiamo superato una fase iniziale - ha precisato De Luca -  recupereremo il tempo necessario per impostare un'azione sinergica che adesso vedrà l'acquisizione di immobili esistenti e la realizzazione di nuovi oltre alla messa in permuta di interi quartieri".

Al fianco del sindaco l'assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone. "Abbiamo messo in campo 25 milioni di euro per la via Don Blasco, oggi si interviene anche per il risanamento in collaborazione con Arisme. Messina deve avere la dignità e il prestigio che merita e ci stiamo muovendo insieme all'amministrazione per portare avanti questo obiettivo".

Copyright 2020 Citynews

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Al via la demolizione delle Case D'Arrigo, tra applausi e lacrime dei residenti

MessinaToday è in caricamento