Concorso Messina Servizi, lo sfogo di un candidato: "Ci hanno trattati come animali"

Via Dogali presidiata dalle forze dell'Ordine, disorganizzazione nelle procedure, un ragazzo in fila per presentare la domanda ha qualcosa da dire contro gli uffici del Centro per l'Impiego

A un certo punto non si è capito più nulla. Chi poteva entrare, chi no, chi era in lista, chi doveva prendere il biglietto per attendere di poter entrare. Il caos in via Dogali per la presentazione delle domande al concorso per cento posti a tempo determinato alla Messina Servizi Bene Comune come operatori ecologici è stato frutto di disorganizzazione provocata dalla sola giornata a disposizione per espletare la pratica, dal gran numero di candidati alla selezione e dalla mancata fruzione di un servizio telematico. Uno dei candidati si sfoga così. La via Dogali è stata presidiata per ore da carabinieri, polizia e polizia municipale. 

In fila dalla notte per presentare la domanda 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Concorso Messina Servizi, lo sfogo di un candidato: "Ci hanno trattati come animali"

MessinaToday è in caricamento