Martedì, 16 Luglio 2024

Crollo massi a San Fratello, salva una donna uscita dall'auto poco prima: sopralluogo di Leanza VIDEO

Il parlamentare si è recato in via dei Normanni dove la viabilità è stata spazzata via e le famiglie rischiano di dover lasciare le proprie abitazioni. Chiesti interventi immediati alla Regione

Poteva essere una tragedia a San Fratello. La caduta di enormi massi dal costone ha messo in crisi la cittadina, tanta paura e per fortuna nessuna vittima. Il deputato regionale Calogero Leanza si è recato sul posto dove sono intervenuti vigili del Fuoco, Croce Rossa e Forze dell'Ordine. 

I vigili del Fuoco hanno reso noto nel tardo pomeriggio che sono quattro le squadre a lavoro, i massi hanno lambito alcune abitazioni e autovetture in sosta. Non risultano persone coinvolte, in atto un'evacuazione a scopo precauzionale delle case vicine al dissesto.

"Solo danni ad auto in sosta e solo per caso una signora, che transitava sulla propria vettura è riuscita a uscire dall’abitacolo qualche istante prima. Solo, insomma, per una variabile fortunatissimo non si è sfiorata la tragedia - ha dichiarato Leanza - però adesso sono tanti i disagi per la viabilità e, ancora peggio, ci sono famiglie che rischiano di dover lasciare la propria abitazione, perché i massi caduti hanno lambito le case e sono molto vicini”.  Racconta così la frana di San Fratello, in via dei Normanni, nella zona di Porta Sottana, Leanza. Si sono staccati massi enormi, si parla addirittura di uno di 10 metri cubi come riferisce il sindaco Salvatori Sidoti Pinto. 

“Ci stiamo occupando delle famiglie fuori dalle loro case - continua Leanza - ringrazio le forze dell’ordine, i Vigili del fuoco che sono qui sul posto a prestare immediati soccorsi”. 

“Chiedo un immediato intervento del governo regionale per risolvere la situazione nei tempi più rapidi possibili - prosegue l’onorevole dem - e prima di tutto garantire la sicurezza. Ci sono comunità che vivono in territori sempre più fragili a causa del dissesto idrogeologico e gli interventi non sono più rinviabili.
Adesso - conclude Leanza - mi recherò a una riunione tecnica al Comune per iniziare a capire con i tecnici l’entità dei danni. Qui le istituzioni ci devono esserci, io mi farò sentire anche in Parlamento, la gente non può sentirsi abbandonata”.

Si parla di

Video popolari

MessinaToday è in caricamento