Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La voce di Noa supera la paura del coronavirus, Palacultura colmo per l'artista israeliana

Ieri sera il ritorno a Messina, gli spettatori non sono mancati all'appuntamento nonostante il panico degli ultimi giorni

La paura del coronavirus non ferma la passione degli spettatori per Noa. Ieri sera al Palacultura l'artista israeliana ha incantato il pubblico con il suo Letters to Bach, concerto fuori abbonamento per l'Accademia Filarmonica. Non si sono registrati grandi vuoti in platea. Nel suo ultimo album, prodotto da Quincy Jones, la cantante si è cimentata a scrivere testi sulle sonate di Bach dal grande impegno sociale che indagano intimamente nei rapporti tra gli uomini, genitori e figli. Noa si è esibita con Gil Dor alla chitarra e Or Lubianiker al basso. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

La voce di Noa supera la paura del coronavirus, Palacultura colmo per l'artista israeliana

MessinaToday è in caricamento