Dal rione Provinciale alla scalata del Kilimangiaro, il sogno di Enzo per la mamma affetta da Sla | VIDEO

Il sindaco Basile ha ricevuto la guida ambientale messinese che tenterà l'impresa in Africa, il progetto benefico proseguirà a inizio del nuovo anno

Il sindaco Federico Basile ha incontrato a Palazzo Zanca, presenti le assessore Liana Cannata e Alessandra Calafiore, il messinese Nunzio Bruno guida ambientale, accompagnatore turistico, escursionista e scalatore che da oggi darà il via al progetto “In cima al mondo con Me”, dedicato alla mamma che soffre da alcuni anni di Sla.

"La vita è piena di avventure formidabili – ha detto Basile – e tu sei sul punto di cominciare una grande sfida che non è soltanto un'impresa sportiva ma soprattutto si tratta di un progetto finalizzato a sensibilizzare la collettività sulla Sclerosi Laterale Amiotrofica e sostenere la ricerca scientifica sulle malattie neurodegenerative”. Il progetto dello scalatore messinese Bruno che risiede al rione Provinciale nel capoluogo prenderà il via con la scalata del Kilimangiaro, la cima più importante del continente africano, obiettivo 6mila metri, in cui sarà accompagnato da due amici e compagni di avventure, Paolo Vapore e Marco Antonio Finocchiaro, e si concluderà il 20 ottobre 2023. Il percorso di allenamento proseguirà tra gennaio e febbraio 2023 con l’Ojos del Salado, tra Cile e Argentina, il vulcano attivo, 7mila metri, il più alto del mondo e la seconda vetta del Sudamerica. Sono previste anche tappe intermedie sino a settembre 2023 con l’obiettivo Manaslu, l’ottava montagna più alta in assoluto, 8.163 metri, in Nepal sulla catena himalayana. Al termine dell’incontro Basile ha donato a Bruno il gagliardetto civico con un in bocca al lupo e l’auspicio di portare alto il nome di Messina. 

Video popolari

MessinaToday è in caricamento