Lunedì, 2 Agosto 2021

Raccolta differenziata nei condomini, Zuccarello: "Mancano ancora i mastelli, sentenza Tar non rispettata"

L'ex consigliere comunale attacca Messina Servizi sul porta a porta e punta il dito anche contro l'ultima ordinanza sulla gestione di acque bianche e nere. La replica di Lombardo: "Ad oggi serviti 1000 condomini, ordinanza mal interpretata"

Da un lato i numeri sempre più incoraggianti sulla raccolta differenziata, dall'altro le criticità mai risolte per la gestione del servizio nei condomini della città.

Quest'ultimo problema è stato affrontato oggi a Palazzo dei Leoni durante un incontro organizzato dal comitato Amministratori Condominiali Messinesi che punta il dito contro il modus operanti di Messina Servizi.

"Finora abbiamo assistito solo ad annunci - spiega il portavoce Daniele Zuccarello - sull'incremento della raccolta. Ma facciamo ancora i conti con serie difficoltà all'interno dei tanti condomini della città. Non si è ancora provveduto a consegnare i mastelli singoli e gli amministratori sono costretti a ritirarli autonomamente. Succede anche in complessi residenziali ubicati in zone dove il porta a porta è già partito".

Ma secondo Zuccarello l'amministrazione comunale sta disattendendo anche la sentenza del Tar che aveva già sospeso l'ordinanza di Palazzo Zanca. "Ogni utente - precisa Zuccarello - dovrebbe poter scegliere se utilizzare i singoli mastelli o quelli condominiali, ma per mancanza dei primi gli amministratori sono costretti ad una scelta forzata. Non ho ancora avuto risposta dopo la richiesta di accesso agli atti per far luce sul numero di kit acquistati da Messina Servizi".

Il comitato che riunisce gli amministratori tira poi in ballo l'ordinanza del Comune che regolamente la gestione delle acque bianche e nere.  "I condomini - precisa l'ex consigliere comunale - dovranno sostenere spese onerose per rispettare le nuove disposizioni anche per i tanti interventi strutturali da realizzare. Abbiamo richiesto il rinvio del provvedimento".

E sulla vicenda arriva la replica del presidente di Messina Servizi Giuseppe Lombardo.

"Si continua ad interpretare  in modo errato l'ordinanza del Tar che in verità non è mai entrata nel merito del sistema di raccolta differenziata  in città. Messinaservizi Bene Comune si sta limitando ad attuare quanto previsto dal regolamento comunale per la raccolta differenziata, e non è vero che non sono stati comprati mastelli in numero adeguato per il fabbisogno di tutte le utenze registrate. Ad oggi  - prosegue Lombardo - sono stati distribuiti oltre 30 mila kit per utenze singole e per condomini fino ad otto unità abitative, e sono stati  serviti oltre mille condomini con i carrellati per le utenze  condominiali. Non è vero inoltre che non gli è stato consentito l’accesso agli atti. L'ex consigliere Daniele Zuccarello invece di fare inutili  voli pindarici  dica apertamente che è contro la raccolta differenziata. Tutto il resto sono solo frasi pretestuose e fuori luogo che non rappresentano la verità dei fatti".

Articolo modificato alle 19.30 del 20 dicembre 2019// replica Lombardo

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Raccolta differenziata nei condomini, Zuccarello: "Mancano ancora i mastelli, sentenza Tar non rispettata"

MessinaToday è in caricamento