Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Statale 113 sommersa dai rifiuti, ma qui la differenziata si fa da due anni

Il tratto di collegamento tra i villaggi della riviera tirrenica gonfio di sacchetti. Eppure tra Ortoliuzzo e Rodia si fa il porta a porta


Da due anni, con sindaco Accorinti e assessore all'Ambiente Daniele Ialacqua, la differenziata porta a porta si fa. Nei villaggi della riviera tirrenica, Ortoliuzzo, San Saba, Campanella, Rodia e i tratti limitrofi ogni giorno, dietro la porta delle case, viene raccolto umido ma anche carta, plastica e vetro. Tolti dunque i cassonetti come succederà nelle prossime settimane in tutte le strade del capoluogo ma c'è chi ancora resiste e inonda di sacchetti d'immondizia la strada statale 113.

Gli interventi di pulizia in via ordinaria non vengono effettuati dalla Messina Servizi Bene Comune proprio perché sulla riviera si fa la differenziata. Secondo il consigliere della Sesta circoscrizione Mario Biancuzzo a gettare su tutta la statale i sacchetti sono cittadini che arrivano da fuori per sporcare. Ma anche nei comuni limitrofi come Villafranca, Rometta e Saponara, tanto per citare alcuni, la differenziata viaggia forte. Dunque chi sporca da mesi la 113 visto che i cassonetti sono stati tolti? Mentre l'estate sembra già entrata nel vivo nonostante il 21 giugno  debba ancora arrivare il tratto di costa tirrenico del capoluogo sarà come ogni anno uno dei punti più battuti. Anche dai rifiuti. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

Statale 113 sommersa dai rifiuti, ma qui la differenziata si fa da due anni

MessinaToday è in caricamento