rotate-mobile

Dall'Islanda allo Stretto di Messina: il meraviglioso viaggio di due orche

I cetacei sono stati avvistati da alcuni fortunati pescatori. Hanno compiuto un viaggio di circa 5000 chilometri. E' il primo caso di migrazione verso le coste siciliane

Il mare piatto come una tavola, l'isola di Stromboli sullo sfondo e due magnifiche orche che nuotano in superficie.

E' quanto alcuni pescatori, decisamente fortunati, hanno ammirato nelle ultime ore nelle acque dello Stretto di Messina. I due imponenti cetacei hanno fatto capolino a nord di Scilla dirigendosi verso sud.

Secondo quanto ricostruito dagli esperti, si tratta di due esemplari provenienti dall'Islanda che dopo circa 5000 chilometri di viaggio hanno raggiunto l'Italia. L'ultimo avvistamento, infatti, è avvenuto a Genova. Potrebbero aver smarrito la rotta ritrovandosi a lambire le coste messinesi. Si tratta, infatti,  del primo caso di orche che migrano tra Islanda e Italia.

Le due orche sono state ribattezzate Riptide e Acquamarin. All'appello manca invece Dropi, un giovane esemplare che potrebbe essere morto durante il lungo viaggio.

L’identificazione è stata realizzata dai biologi di Menkab, Artescienza e Università di Genova, con la collaborazione di Orca Guardians Iceland.

Sullo stesso argomento

Video popolari

Dall'Islanda allo Stretto di Messina: il meraviglioso viaggio di due orche

MessinaToday è in caricamento