Sabato, 23 Ottobre 2021

"Sicilia bella, terra incantata...", compie cento anni a suon di poesie

Rosetta Comuniello ha festeggiato oggi un compleanno speciale accanto ai nipoti e al personale della Casa di riposo dove è accudita

Ha raggiunto il traguardo dei cento anni, proprio oggi, e da stimata insegnante alle Elementari di Santa Chiara ricorda ancora le poesie che leggeva ai bambini. Oggi Rosetta Comuniello vive alla Casa di riposo "Come d'Incanto" in via I Settembre dove è stata festeggiata insieme ai nipoti.

Il 18 novembre 1919 è il primo giorno di vita di Rosetta, in via Manzoni, con lei la famiglia, quattro fratelli e due sorelle, mamma casalinga e papà maresciallo di pubblica sicurezza. Nata un anno dopo la fine della Prima Guerra Mondiale e undici anni dopo il terremoto Rosetta ricorda bene i bombardamenti della Seconda (ha ancora in mente la povera fine della signora Viola uccisa senza scampo nel cortile dell'edificio) e Messina tra le macerie prima di andare a vivere per sei mesi, a Calvaruso, il paese natio della mamma.

Ai bambini delle Elementari di Santa Chiara ha insegnato a leggere e scrivere prima di vincere il concorso alle Poste e lasciare la docenza. "Agli esami per la licenza di insegnamento - ci ha detto - mi hanno detto di descrivere ai ragazzi il funzionamento del treno". Il ricordo più bello? Andare in Fiera con mia nipote, anch'io, aiutata da un marinaio, son voluta salire sulla giostra". Grande conoscitrice del pesce fresco  Rosetta non mancava gli appuntamenti al cinema del Muricello dove il papà andava a controllare gli ingressi e lei riusciva a beffare tutti per entrare gratis. E poi le splendide poesie dedicata all'amor di Patria, come quella sulle regioni d'Italia della scrittrice Arpalice Cuman Pertile, che sa ancora ripetere con dolcezza e commozione. 

Sullo stesso argomento

Video popolari

"Sicilia bella, terra incantata...", compie cento anni a suon di poesie

MessinaToday è in caricamento