Il dramma di Gianluca Trimarchi su Rai Uno, la sorella: "Ha passato il compleanno in coma, l'aggressore è a casa. Vergogna"

La disperazione della sorella del 27enne in coma dal 23 luglio dopo essere stato aggredito a Santa Teresa di Riva. Le telecamere della Vita in diretta al Policlinico di Messina

Il volto commosso nascosto a stento da un paio di occhiali da sole, scuri come il suo volto. Gabriella Trimarchi ci teneva a raccontare a tutta Italia il dramma che la sua famiglia vive da quel maledetto 23 luglio, giorno in cui un pugno ha ridotto in fin di vita il fratello Gianluca. Lo ha fatto intervendo alla trasmissione La vita in diretta su Rai Uno.

"Le condizioni di Gianluca - ha spiegato -  restano molto gravi è ancora in pericolo di vita. Devo ringraziare i medici che lo hanno operato, ha avuto un trauma cranico molto importante oltre a varie lesioni al volto. Il Policlinico di Messina da 22 giorni è la nostra casa, gli stiamo sempre accanto in attesa che torni a stare bene".

La prognosi resta riservata e, nonostante un timido miglioramento, si teme ancora il peggio per le sorti del 27enne. La sorella commenta con amarezza la decisone del tribunale del Riesame che ha concesso gli arresti domiciliari a Francesco Saporito, ritenuto responsabile dell'aggressione avvenuta in un parcheggio di Santa Teresa di Riva. "Mio fratello ha passato in coma il suo compleanno, mentre l'altro ragazzo è tornato a casa. Mio padre è un carabiniere e non possiamo che credere alla giustizia, ma questo non è giusto. I tribunali dovrebbero analizzare meglio le singole storie prima di prendere decisioni, è una vergogna".

Infine l'augurio che tutto possa presto finire. "Mio fratello è un ragazzo meraviglioso - precisa - e lo dicono tutti. Ama lo sport, gioca a calcio nel ruolo di portiere, gli piace la musica e ha sempre lavorato con serietà. Spero che cose del genere non accadano più".

Potrebbe interessarti

  • Nuovi parroci e spostamenti, così le nomine dell'arcivescovo

  • Il Sole 24 Ore boccia Messina per qualità della vita: troppo lunghi i tempi dei processi

  • In vena di romanticismo? Cinque luoghi “magici” dove puoi andare in città

  • Milazzo, "Noa discriminata" ma per il Comune è solo un caso di posti a sedere

I più letti della settimana

  • Incidente in via Consolare Pompea, morta la 14enne Aurora De Domenico

  • Omicidio ad Ucria, oggi i funerali ai Contiguglia ma sulla rete esplode #iostoconSalvo

  • "Mafiosi al pistacchio" e "Cosa nostra alle mandorle": pasticceria di Taormina nella bufera

  • "Ciao Aurora", martedì pomeriggio in Cattedrale i funerali

  • Aurora, terza vittima in tre mesi della strada della morte

  • Rifugio del falco dodici anni dopo, Costantino: “Lucia Natoli merita adesso un riconoscimento”

Torna su
MessinaToday è in caricamento