Commercianti al Vascone, ma con il reddito di cittadinanza in tasca: denunciati

La polizia municipale ha scoperto due venditori messinesi durante un normale controllo all'interno della struttura di via Catania. Per loro è scattata la denuncia

Percepivano il reddito di cittadinanza ma continuavano indisturbati a lavorare al mercato Vascone. Un modo per arrotondare il contributo versato dallo Stato che in teoria dovrebbe aiutare i disoccupati a vivere dignitosamente cercando nel frattempo un lavoro.

Protagonisti due messinesi, finiti nei guai dopo un controllo della polizia municipale all'interno della struttura di via Catania, negli ultimi giorni tornata nel mirino del sindaco De Luca per la mancanza di pulizia e l'errato conferimento dei rifiuti.

Questa mattina i vigili urbani,  diretti dal commissario Giovanni Giardina e accompagnati dall'assessore Dafne Musolino, hanno identificato i due soggetti per i quali adesso scatterà la denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Coronavirus, due cittadini di Lodi in tribunale: intervengono infermieri in tuta e mascherine

  • L’appello di una donna catanese: “Cerco una bimba ricoverata al Piemonte più di 50 anni fa, fu il mio angelo"

  • Coronavirus, risoluzione anticipata del contratto per l'infermiere del video al Policlinico

  • Addio a Eliana Giorli, la staffetta partigiana che a Milazzo guidò le lotte comuniste accanto al marito

Torna su
MessinaToday è in caricamento