Magazine
PASQUA

L’albero di Pasqua nelle case degli italiani: spunti creativi per addobbarlo

Un simbolo della tradizione tedesca che è arrivato fino a noi

Chiamato anche "albero della vita" poiché rappresenta la resurrezione di Gesù e la redenzione dell'uomo, l’albero di Pasqua è dunque – nella visione cristiana – un simbolo religioso che si incontra in un passo della Bibbia.

Nel Nord Europa, invece, simboleggia il succedersi delle stagioni e il ritorno della primavera.

Il primo albero di Pasqua della storia moderna venne realizzato nel 1965 in Germania dal signor Volker Kraft, il quale addobbò un piccolo albero di mele con 18 uova di plastica colorate insieme ai suoi figli, uova che aumentarono di anno in anno, man mano che il melo cresceva, arrivando fino ai giorni nostri, con oltre 10.000 uova.

Come realizzarlo e decorarlo

Per realizzare un albero di Pasqua occorrono prima di tutto dei rami secchi. Risultano particolarmente adatti i rami di betulla, ciliegio, pesco e albicocco.

Servono idee creative ed originali per addobbarlo?
Eccone alcune:

  1. Inserire i rami in un vaso precedentemente riempito di sale colorato. Non l’avete mai fatto? Basterà procurarsi dei gessetti colorati, sfregarli e unire il sale alla polvere ottenuta. Versare il tutto all’interno del vaso e ripetere l’operazione per tutti i colori che si desiderano.
    Appendere su ogni ramo tanti ovetti dipinti con gli stessi colori del sale. Il risultato sarà allegro e armonioso.
     
  2. Riempire i rami di fiori e pulcini, facendo divertire i vostri bambini nella creazione di entrambi: per i fiori, che verranno attaccati direttamente ai rami, servirà della carta crespa, mentre per i pulcini dei semplici fogli bianchi, su cui disegneranno e coloreranno i simpatici animaletti, per poi ritagliarli e appenderli. Un’esplosione di colori e fantasia.
     
  3. Per coinvolgere i più piccini, possiamo decidere di appendere a ogni ramo, l’impronta delle loro manine e dei loro piedini. Cosa saranno mai delle macchie di colore su vestitini o scrivanie, se in cambio si avranno dei grandi sorrisi? Una volta asciugate le impronte, si ritaglieranno e si appenderanno all’albero più dolce del mondo.
     
  4. Un piccolo spunto per una casa senza bambini: un albero in stile minimal tutto bianco o dipinto di un colore neutro (beige, tortora o colori pastello), con l’aggiunta di uova in nuance e di piccole luci a led, per un’atmosfera delicata e chic.

Come rendere la Pasqua sostenibile e fantasiosa

Articolo originale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MessinaToday è in caricamento