Il “Jolly” dell'ex hotel, prende forma la terrazza sul mare

All’ex proprietario-gestore avevano negato tutti i permessi ma la pratica è passata per la cordata formata da medici, professori universitari e dentisti che hanno rilevato il gioiellino progettato dall'architetto Samonà negli anni Cinquanta

All’ex proprietario-gestore, Cesare D’Amico, avevano negato tutti i permessi ma ora, per la cordata formata da medici, professori universitari e dentisti che ha rilevato per una cifra “vantaggiosa” di 1,8 milioni di euro il Jolly Hotel di corso Garibaldi a Messina, la pratica è passata. In sanatoria? No, Presentando alla soprintendenza di Messina un aereo-progetto di giardino d’inverno, dove non mancano le costruzioni in muratura, che nei programmi dei soci promotori dell’iniziativa immobiliare che ha trasformato lo storico albergo in mini appartamenti, diventerà la terrazza dello Stretto.

A far parte della cordata che ha rilevato all'asta fallimentare nel 2014 il prestigioso palazzo progettato negli anni Cinquanta dall’architetto Giuseppe Samonà, anche Saverio Guida, tramite la immobiliare catanese Agaton. professore di lettere all’ateneo messinese. Guida non è nuovo ad operazioni immobiliari di alto livello: sue, per esempio, diverse botteghe dentro la galleria Vittorio Emanuele, e il locale che attualmente ospita la Coin di viale san Martino. Insieme a lui ci sono l’oculista Nino D’Andrea, il giovane avvocato Emanuela Cento (figlia del luminare universitario), la “B. e B.” che gestisce il Bingo Garden.

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Il “Jolly” dell'ex hotel, prende forma la terrazza sul mare

MessinaToday è in caricamento