rotate-mobile

VIDEO | Cumuli di rifiuti in acqua e sulle spiagge, così Messina mortifica Torre Faro

Ancora in corso le operazioni di pulizia coordinate da polizia metropolitana e guardia costiera. Rimosse barche e materiale per la pesca abbandonato. Una delle zone più belle abbandonate al degrado

Torre Faro fiore all'occhiello della città, ma solo sulla carta. Perché quel borgo situato nel punto più affascinante dello Stretto non è mai riuscito a esprimere tutte le sue potenzialità. E la colpa è solo dei messinesi, politici e semplici cittadini. Al disinteresse delle amministrazioni, si somma infatti l'inciviltà e la mancanza di rispetto da parte di chi utilizza gli spazi pubblici per i propri comodi. La quantità di rifiuti e materiali vari presenti sulle spiagge del villaggio e perfino sott'acqua spiegano meglio di ogni parola la situazione. Da alcuni giorni è in corso una importante operazione di bonifica lungo il litorale da parte di polizia metropolitana e guardia costiera con l'ausilio degli uomini di Messina Servizi. Quanto rinvenuto finora lascia l'amaro in bocca. Dalle attrezzature per la pesca abbandonate a ferraglia arrugginite, passando per barche colme di rifiuti e boe sotterrate. Fino a un serbatoio in metallo colmo d'acqua e verosimilmente utilizzato per lavarsi. Gli agenti della polizia metropolitana, coordinati dal comandante Giovanni Giardina, hanno provveduto alla rimozione di una barca già sequestrata, pericolosa per l'incolumità pubblica e per l'inquinamento dei luoghi. Le operazioni si concluderanno nelle prossime 48 ore.

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Cumuli di rifiuti in acqua e sulle spiagge, così Messina mortifica Torre Faro

MessinaToday è in caricamento