Vara, il nuovo cappellano si presenta così: "Rendiamo la città più vivibile"

Padre Antonello Angemi, parroco di Ganzirri, ha lanciato il primo messaggio ai fedeli, Nel 2013 era già stato scelto dall'ex arcivescovo La Piana nella commissione storico-scientifica della Festa dell'Assunta

Il 15 agosto si avvicina e alla Vara 2019 non ci sarà più Monsignor Vincenzo D'Arrigo che per l'età avanzata non potrà seguire da vicino l'organizzazione. Il nuovo cappellano della processione più sentita dai messinesi è il parroco di Ganzirri, Padre Antonello Angemi, che si è presentato con parole molto umili in vista della celebrazione dell'Assunta.

A scegliere Padre Antonello l'arcivescovo Giovanni Accolla. Il neo cappellano si è detto sorpreso della decisione secondo lui inaspettata anche se era già stato selezionato dall'ex arcivescovo Calogero La Piana, nel 2013, ad affiancare Monsignor D'Arrigo nella commissione storico-scientifica per la festa dell'Assunta. La nomina venne accolta con un plauso dall'allora assessore alla Cultura Sergio Todesco. Il messaggio di Padre Antonello ai cittadini e non solo ai fedeli è di "guardare in alto". 

La Vara perde un simbolo, il 15 agosto Monsignor D'Arrigo non ci sarà 

Si parla di
Sullo stesso argomento

Video popolari

Vara, il nuovo cappellano si presenta così: "Rendiamo la città più vivibile"

MessinaToday è in caricamento