rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024

VIDEO | Consiglio comunale, Croce resta al suo posto per adesso: il centrodestra fa valere i numeri

Passa la mozione di Fratelli d'Italia per rinviare di un mese il voto sulla procedura di decadenza del candidato sindaco del centrodestra nel 2022

Maurizio Croce resta al suo posto. Al momento. Su mozione del capogruppo di Fratelli d'Italia Libero Gioveni il voto per aprire la procedura di decadenza sul consigliere comunale eletto come miglior candidato sindaco perdente nel 2022 è stata rinviata di un mese. La richiesta è di ottenere in aula il parere dell'Avvocatura dello Stato (a quanto pare ne è in possesso lo stesso Croce come dichiarato anche ai colleghi durante uno dei pochi interventi in aula viste le numerose assenze conteggiate dall'inizio del mandato a oggi) sul suo mantenimento o meno nell'incarico elettivo rispetto alla funzione di commissario di governo per il dissesto idrogeologico. In stand by c'è pure la designazione ancora non formalizzata di componente del Comitato portuale. La dirigente Laura Strano ha illustrato la proposta di delibera rispondendo con la segretaria generale Carrubba alle osservazioni dei consiglieri comunali, alcuni pronti a votare favorevolmente la delibera come Felice Calabrò e Antonella Russo del Pd e Pippo Trischitta di Sud chiama Nord che hanno richiamato l'attenzione più sull'aspetto legale del caso (possibili ripercussioni giudiziarie anche da chi in questo momento non fa parte del Consiglio comunale) che su quello politico. Dubbi maggiori e di natura politica dai banchi di Lega e Fratelli d'Italia che dopo la conferenza dei capigruppo hanno fatto prevalere, ventisette i presenti su 32, la strada del rinvio. Determinanti le assenze del gruppo legato al deputato regionale Alessandro De Leo e anche oggi Croce risultava non presente. 

Croce è "accusato" di ineleggibilità per la carica di commissario governativo per il dissesto idrogeologico. Aveva lasciato l'incarico prima delle elezioni comunali del 2022 per poi a giugno dello stesso anno essere nuovamente nominato commissario di governo. 

Tra un mese in caso di votazione favorevole alla decadenza Croce avrà dieci giorni di tempo per presentare controdeduzioni che dovranno essere sempre valutate dall'aula e dunque gli effetti del provvedimento consiliare non saranno immediati. In bilico perché ancora non c'è certezza, in caso di decadenza di Croce, Sebastiano Tamà di Forza Italia (la lista con il miglior quoziente per un seggio in sostituzione tra tutte le altre del 2022 ) e Alessandro Russo della De Domenico sindaco (lista del secondo miglior sindaco perdente contro Basile). 
 

Si parla di

Video popolari

VIDEO | Consiglio comunale, Croce resta al suo posto per adesso: il centrodestra fa valere i numeri

MessinaToday è in caricamento