rotate-mobile

La controinformazione della Rete No Ponte: "Accoglieremo Salvini come merita"

In conferenza stampa i rappresentanti dei movimenti contrari alla realizzazione dell'opera hanno illustrato obiettivi e iniziative dei prossimi mesi: l'attesa del ministro alle Infrastrutture, i percorsi di trekking e una grande manifestazione in estate

PIù movimenti, rispetto a venti anni fa, riuniti nella Rete No Ponte. Obiettivo: fare controinformazione ai dati del governo Meloni che con il ministro alle Infrastrutture Matteo Salvini ha rimesso in piedi con la "rinascita" della società "Stretto di Messina" l'appalto del Ponte sullo Stretto. Oggi in conferenza stampa Ciccio Mucciardi, Giandomenico Codraro, Daniele Ialacqua ed Elio Conti Nibali hanno spiegato dopo la prima assemblea di domenica scorsa a Torre Faro cosa succederà nei prossimi mesi. Adesioni alla Rete stanno giungendo da tutta Italia mentre c'è attesa per l'arrivo di Salvini a Messina (il ministro ha annunciato di voler parlare ai messinesi dell'infrastruttura e spiegare le ragioni del sì): "Lo accoglieremo come merita, se vorranno realizzare il Ponte dovranno fare i conti con noi" - ha affermato l'ex assessore comunale Ialacqua. Per Mucciardi la Rete No Ponte sta ricevendo nelle ultime settimane grande voglia di partecipazione mentre Codraro e Conti Nibali hanno ribadito l'inutilità delle megaopera. Assemblee in tutta la città e trekking in tutte le zone dove saranno allestiti i 25 cantieri siciliani del Ponte, anche in provincia come a Valdina, venetico e Torregrotta e in estate prevista una grande manifestazione. 

La Rete No Ponte ha richiesto un incontro sul Ponte al sindaco Basile senza ancora avere ricevuto una risposta. 

Si parla di

Video popolari

MessinaToday è in caricamento