rotate-mobile
Animali

Nelle acque di Santa Margherita avvistata la medusa Cassiopea Mediterranea

Gli scatti social di una specie innocua al 100% con l'ombrello schiacciato di colore marrone molto comune nel Mediterraneo

Avvistata nelle acque di Santa Margherita la medusa Cassiopea Mediterranea il cui nome scientifico è Cotylorhiza tuberculata. A immortalare l'affascinante esemplare, in alcuni scatti apparsi sui social,  la Pro loco Messina Sud che ha scritto a corredo della foto: "Si tratta di una specie innocua, da preservare e rispettare per l'importante ruolo che volge nella conservazione dell’ecosistema marino", suscitando l'interesse e la curiosità del popolo social che ha reagito con like e numerose condivisioni per ammirare l'animale con l'ombrello schiacciato di colore giallo  oro o marrone, con tentacoli corti e dorati con le estremità bianche o blu-violetto.

 Ma quali sono le sue caratteristiche specifiche? Nota anche come medusa "occhio di bue" per la forma  che ricorda un uovo cucinato si tratta di una specie innocua al 100%, difatti non è urticante e raggiunge i 35 cm di diametro. E' una medusa molto comune nel Mediterraneo e in quanto assume un ruolo fondamentale per la biodiversità marina  si consiglia, quando si trova in prossimità della riva, di portarla al largo. Non sono poche le campagne di sensibilizzazione nate per evitare l'uccisione della Cassiopea che viene prelevata con i legnetti per poi fare la fine di altre meduse decisamente più pericolose . In realtà non tutti sanno che la Cotylorhiza tuberculata svolge una funzione indispensabile nella catena alimentare marina, perchè sta prendendo il posto di altri pesci, in un mare che con il tempo sta cambiando, ad esempio consente ai piccoli pesci tra cui lo sgombro e pesci appartenenti alla famiglia dei Carangidae di annidarsi tra i suoi tentacoli e di trovare il giusto riparo per proteggersi e crescere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nelle acque di Santa Margherita avvistata la medusa Cassiopea Mediterranea

MessinaToday è in caricamento