rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Animali

Gatto del Bengala: caratteristiche e temperamento

Il gatto del Bengala è una razza dalle origine selvatiche. Scopriamo com’è nata e quali sono le sue principali caratteristiche

Il gatto del Bengala è una razza molto particolare sia nel carattere sia nell’aspetto fisico. Nello specifico si tratta di una razza felina ibrida che ha avuto origine dall’incrocio tra il gatto domestico e il gatto leopardo asiatico.

Si tratta di un pet dalla natura selvatica, anche se gli esemplari attualmente in circolazione conservano ben poco di questo loro aspetto, tanto da essere molto più calmi e docili.

Origine e storia del gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è frutto di un esperimento non riuscito.

Era il lontano 1973 quando il dottor Centerwall tentò di studiare la leucemia felina nei gatti domestici.

Proprio da questo tentativo nacque il gatto del Bengala, risultato dell’incrocio tra il gatto domestico e il gatto leopardo asiatico.

Questa razza venne poi riconosciuta come “razza felina” solo nel 1991.

Tutto sul gatto Sphynx: carattere, temperamento e come prendersene cura

Caratteristiche fisiche del gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è una specie di taglia grande, che può raggiungere anche i 9 kg di peso.

Fisicamente ha una forma abbastanza allungata, e una buona e sviluppata struttura muscolare che lo rende un pet agile e veloce.

Gli occhi sono grandi e le orecchie a punta, mentre il manto è corto e fitto dal particolare aspetto striato o a macchie, che ricorda molto quello di altri felini più grandi come i leopardi. La colorazione può essere varia, arancione, cioccolato oppure rossastra con macchie marroni.

Un’altra caratteristica del gatto del Bengala è la coda medio-lunga e con la punta arrotondata.

Carattere e temperamento del gatto del Bengala

Il gatto del Bengala è un pet dalla natura selvatica, per questo ha un temperamento abbastanza imprevedibile.

Adora muoversi, saltare e correre, è una razza iperattiva, curiosa e con tanta voglia di esplorare e curiosare in giro: la vita da appartamento non gli si addice, per questo felino è opportuno avere a disposizione un giardino o uno spazio esterno dove possa divertirsi e dare sfogo alla sua indole selvaggia.

Petvation, la gattaiola 2.0 con riconoscimento facciale

Gatto del Bengala: cura e salute

La salute del gatto del Bengala viene spesso intaccata da problematiche alla vista, come la cataratta che può compromettere la salute degli occhi.

Altra patologia è l’atrofia progressiva della retina una malattia degenerativa e, purtroppo, difficile da diagnosticare.

Può soffrire anche di patologie cardiache come la cardiomiopatia ipertrofica, una condizione comune a tantissime altre razze di gatto. Inoltre, i gatti del Bengala sembrano anche essere più suscettibili alla peritonite infettiva felina, ossia una malattia molto grave, causata da un coronavirus felino non trasmissibile alle persone o agli altri animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gatto del Bengala: caratteristiche e temperamento

MessinaToday è in caricamento