rotate-mobile
Attualità

"Se ci fermiamo noi si ferma il mondo", 8 marzo con il corteo di Non una di meno

La manifestazione con concentramento a Piazza Cairoli, si concluderà in Piazza Duomo. "Ci hanno convinte che è un nostro dovere, che è nella nostra natura di donne, che dobbiamo essere angeli del focolare, accudenti e madri, cancellando completamente il nostro ruolo attivo in tutti i campi della società"

"Se ci fermiamo noi si ferma il mondo". Con questo slogan "Non una di meno" scende ancora una volta in piazza. Il corteo con concentramento  l'8 marzo alle ore 15:30 a Piazza Cairoli, si concluderà in Piazza Duomo.

"Scioperiamo davvero, riprendiamoci la nostra identità al di fuori della casa! - si legge nella nota che annuncia la manifestazione - Non solo dal lavoro in senso tradizionale, quello retribuito da un salario, ma da tutte le forme di lavoro in cui sono le donne la maggiore forza “non riconosciuta”: perché occuparsi della casa, della spesa, degli impegni di tutta la famiglia è lavoro (non pagato), crescere figli e figlie è un lavoro (non pagato), accudire persone anziane e disabili è lavoro (non pagato). Si chiama lavoro di cura ed è fondamentale al funzionamento della società, per questo non può essere sulle spalle delle sole donne, o delegato a persone sottopagate, principalmente donne straniere. Ci hanno convinte che è un nostro dovere, che è nella nostra natura di donne, che dobbiamo essere “angeli del focolare”, accudenti e madri, cancellando completamente il nostro ruolo attivo in tutti i campi della società, perché prima di tutto ricordiamoci di essere delle persone, delle personalità, dell3 cittadin3, e che il mondo lo portiamo avanti noi. Cosa succede se ci fermiamo? Chi si occuperà di tutto?".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Se ci fermiamo noi si ferma il mondo", 8 marzo con il corteo di Non una di meno

MessinaToday è in caricamento