rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Attualità

Il 7 marzo del 1947 e la rivolta per pane e lavoro, l'omaggio alle vittime della Cgil

Il sindacato ha deposto anche quest'anno una corona di fiori alla lapide che ricorda i tre morti

In memoria di Giuseppe Maiorana, Biagio Pellegrino e del giovane Giuseppe Lo Vecchio, i tre lavoratori rimasti uccisi nel 1947 sotto il fuoco delle forze dell'ordine davanti alla Prefettura di Messina mentre si scioperava e si manifestava per il pane e per il lavoro. Anche quest'anno la Cgil Messina, con la segretaria confederale Marcella Magistro, ha voluto ricordare i fatti del 7 marzo davanti alla lapide posta in piazza Unità d'Italia dove sono stati collocati fiori per omaggiare le vittime.

"Il dovere della memoria di una manifestazione di popolo organizzata dalla Camera del lavoro - sottolinea il sindacato - contro il carovita e in difesa dei diritti. Il sacrificio di tre cittadini, di tre lavoratori da ricordare sempre". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il 7 marzo del 1947 e la rivolta per pane e lavoro, l'omaggio alle vittime della Cgil

MessinaToday è in caricamento