rotate-mobile
Venerdì, 1 Marzo 2024
Bellezze del territorio

Da Palermo a Messina, itinerario in 21 tappe a piedi alla scoperta della Via Normanna

Sulle tracce dell'antico cammino tra ricchezze archeologiche, naturalistiche e gastronomiche

La Via Normanna è un cammino che unisce Palermo a Messina. È un itinerario storico che ripercorre le antiche tracce lasciate dal sistema di viabilità siciliano introdotto dai Normanni, attraverso le cime delle Madonie, i boschi dei Nebrodi e le vette dei Peloritani, fino allo Stretto, antica porta dell’isola sull’Oriente.

In questa seconda edizione aggiornata della guida è stato recuperato l’antico nome della Via attestato durante l’XI secolo, abbandonando la precedente denominazione Da Palermo a Messina per le montagne. La Via Normanna
ripercorre le tracce del Gran Conte Ruggero che, insieme al fratello Roberto, la usò per spostarsi da Messina a Palermo, ancora in mano musulmana, fortificando al passaggio i borghi incontrati.

Si inizia a camminare dal piazzale della cattedrale di Palermo e, lasciata la costa, si prosegue verso l’interno nella Riserva naturale orientata di pizzo Cane, pizzo Trigna e grotta Mazzamuto. Attraverso sterrati e trazzere che si inerpicano attorno alla collina, dove sorgono la rocca di Caccamo e il suo imponente castello, si avanza nel territorio madonita, fra riserve naturali e ampie vallate, si raggiungono borghi incantevoli come Polizzi Generosa e Gangi. Lasciate le Madonie si svelano i paesaggi boscosi che si inerpicano sui monti Nebrodi, nella provincia di Enna, fino a scendere alle pendici dell’Etna. Il sistema montuoso dei Peloritani accoglie e introduce i camminatori al versante tirrenico e, nelle tappe finali, li conduce alla discesa che porta alla meta: Messina.

La Via Normanna è un percorso che conduce il camminatore lungo tappe colme di ricchezze archeologiche, storiche e naturalistiche, alla scoperta di riserve naturali, rocche normanne, borghi storici e castelli; un itinerario di 21 giorni, che mantiene lunghezza e dislivelli giornalieri alla portata di tutti, in cui si può sempre contare sulla ospitalità delle persone e sull’eccellente offerta gastronomica.

La guida è completa di tutte le informazioni per mettersi in cammino: le cartine dettagliate, le altimetrie, i dislivelli, la descrizione del tracciato, le ospitalità, i servizi, oltre agli approfondimenti storici e culturali e le località più significative da visitare.

In più i suggerimenti per personalizzare il proprio itinerario a seconda del proprio ritmo o del tempo che si ha a disposizione: un weekend, tre giorni, quattro giorni, una settimana. E per chi volesse percorrere la Via Normanna in bicicletta, un itinerario misto asfalto-sterrato affascinante e divertente ma piuttosto impegnativo, nella sezione curata insieme all’Associazione Ciclabili Siciliane, le informazioni per organizzare l’itinerario ciclistico: tipologia e componenti della bicicletta, viabilità, abbigliamento, sicurezza ed emergenze meccaniche.

L'autore della guida è Davide Comunale nato a Messina nel 1981. Archeologo, è impegnato da anni nella mappatura delle“regie trazzere” siciliane, fulcro del sistema viario franco-normanno. È ideatore e promotore dei
Cammini Francigeni di Sicilia, con quattro itinerari individuati, per oltre 900 km da percorrere apiedi o in bici. Con Terre di mezzo Editore ha pubblicato anche La Magna Via Francigena e La ViaFabaria, assieme a Irene Marraffa e Salvatore Balsamo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Palermo a Messina, itinerario in 21 tappe a piedi alla scoperta della Via Normanna

MessinaToday è in caricamento