Il campeggio più innovativo? Lo trovi nel cuore della città: ecco la Green Bubble Room di Villarè

Non smettono di sorprendere Angelo e Marzia Villari, padre e figlia, che hanno realizzato in città la prima fattori urbana. Che ora ospita una nuovissima “bolla” in cui dormire. Sussurrando alla natura

Non si arriva di certo in camper nè con le proprie canadesi da piantare ma è di sicuro il campeggio più innovativo d’Italia. Va solo prenotato, come si fa con gli alberghi, per ritrovarsi in una dimensione in cui il confort di una accoglienza a 5 stelle sposa la sostenibilità e la natura. Non smettono di sorprendere Angelo e Marzia Villari, padre e figlia, che ieri hanno inaugurato la Green Bubble Room in quella che è la prima fattoria urbana di Messina nata nel 2013 nel cuore della città, a Minissale.

Un contadino visionario Angelo Villari. Primo a portare il trenino turistico a Messina. Da gestore di alberghi a moderno agricoltore, testimonia tutti i giorni l'impegno in un luogo senza tempo che riscopre i valori del passato in quattro ettari immersi fra terrazzamenti, uliveti e agrumeti che si affacciano sullo Stretto.

Un luogo dove si può mettere ordine ai pensieri grazie ad una visione aperta in cui il rispetto per la natura e gli animali viaggia di pari passo alla convivialità e al buon cibo.

La green bubble room è una bolla semitrasparente di elevata qualità tecnica, resistente, ignifuga e protegge dai raggi solari nocivi. Ha un diametro di 4 m. ed un’altezza di 3 m. La temperatura e la stabilità della bolla vengono garantite da un sistema di aerazione. Si dorme con la trapunta di stelle e il bagno, privato, vicina alla bolla, permette di fare la doccia guardando il mare. Gli ospiti della Bubble Room hanno la loro privacy perché si trova nella parte alta dell’azienda agricola dove nessuno può disturbarli e può accogliere coppie ma anche famiglie con figli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma sono diverse le esperienze che grandi e piccoli possono vivere a Villarè: oltre colazione, pranzo e  cena a “metro 0” preparata con i prodotti biologici dell’orto e  le ricette tipiche dell’Isola. Perché la parola d’ordine a Villarè è che tutto quello che ci circonda si può trasformare in quello che ci serve. Da qui nasce il parco sensoriale e la fattoria didattica, anzi la ‘fattoria della carezze’ con conigli, caprette, asini, galline, oche ed altri ancora, nonché Naturè, un progetto di educazione all’aperto che stimola creatività, autostima e socialità dei bambini che possono anche diventari “apicoltori per un giorno” grazie un’arnia mobile didattica con le api che è diventata “protagonista” anche nelle scuole per studiare la vita dell’alveare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Militari con i manganelli per dare la “caccia” al coronavirus, paura e tensione fra i bimbi della scuola Pietro Donato

  • Tipoldo, uomo ferito da arma da fuoco trovato accanto ad un'auto in fiamme

  • Caronia, dai rilievi niente tracce di sangue: ma nuovi indizi potrebbero dare la svolta alle indagini

  • Muore nel sonno la giovane avvocata Francesca Bonanno, oggi i funerali

  • “Quando muore un avvocato, muoiono i diritti”, legali in piazza per ricordare la collega turca Ebru Timtik

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di dieta con prodotti sostitutivi: indagati due medici

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MessinaToday è in caricamento