Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Patti

Il direttore sanitario accorpa unità operative, è caos all’ospedale di Patti

Cisl Funzione Pubblica chiede la revoca immediata della disposizione: "Grande confusione e malessere tra i lavoratori ed i cittadini utenti”. Asp: il direttore di Milazzo Paolo Cardia affiancherà la direzione medica del Presidio di Patti

"Sta rivoluzionando in maniera assolutamente incomprensibile l’intera organizzazione dei reparti accorpando unità operative con diverse mission aziendale, generando uno stato di grande confusione e malessere tra i lavoratori ed i cittadini utenti”. Cisl Funzione Pubblica si scaglia contro il  direttore sanitario  dell’ospedale di Patti il dottor Eugenio Ceratti. La responsabile organizzativa della Cisl Fp Messina, Giovanna Bicchieri scrive all’Asp di Messina e al direttore sanitario per chiedere la revoca immediata della disposizione.

“Una decisione contraria alle più recenti disposizioni normative ed ai decreti relativi alle misure di contenimento e prevenzione del CoVid-19 –continua Giovanna Bicchieri – perché attraverso l’assembramento del personale e dei malati, aumentano i fattori di rischio da contaminazione, con grave responsabilità personale nel caso di diffusione della pandemia". Una scelta quella del direttore sanitario che a parere di Cisl Fp “vuole chiaramente demolire l’importante struttura sanitaria che, tra l’altro, sembrerebbe avere già destato l’interesse della Politica locale”.Il sindacato chiede che venga rivalutato l’incarico assegnato al Direttore del Presidio Ospedaliero che “non ha dato alcuna risposta ai cittadini utenti ed a tutti i lavoratori”.

In merito alle disposizioni del direttore medico del Presidio di Patti il dottor Ceratti, che prevedono la temporanea razionalizzazione di alcuni reparti ospedalieri, che hanno generato  allarmismo nei sindaci del territorio e nelle Associazioni di volontariato che collaborano con la direzione strategica dell’Azienda sanitaria , nell’ambito  dell’assunzione di dirigenti medici per il pronto soccorso pattese, attinti da due diverse graduatorie disponibili ovvero quella relativa a dirigenti medici di medicina d'urgenza e quella equipollente di dirigenti medici di medicina interna, per le quali entro venerdì 15 maggio gli aventi diritto dovranno comunicare la disponibilità ad assumere immediatamente servizio al Pronto Soccorso di Patti, arriva la decisione dell'Asp.  Il dottor Paolo Cardia, direttore Unità Complessa Direzione Medica Ospedale di Milazzo, affiancherà  la direzione medica del Presidio di Patti, "ai fini di trovare temporanee soluzioni condivise anche con i direttori/responsabili dei reparti ospedalieri, volte a garantire comunque la piena funzionalità del pronto soccorso e dei reparti, escludendo ogni qualsivoglia disagio ai pazienti ricoverati o in attesa di ricovero".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il direttore sanitario accorpa unità operative, è caos all’ospedale di Patti

MessinaToday è in caricamento