Venerdì, 19 Luglio 2024
Cronaca

Prende di mira una ragazza, a 73 anni diventa il suo stalker: condannato a un anno e 4 mesi

Non solo pedinamenti e appostamenti ma anche telefonate alla vittima e alle persone a lei care per screditarla. La decisione con rito abbreviato

Non solo pedinamenti e appostamenti ma anche telefonate alla vittima e alle persone a lei care per screditarla. Una attività persecutoria che gli è costata ora una condanna a un anno e quattro mesi di reclusione.

Si conclude così, nel giudizio abbreviato, il processo a carico di un 73enne che aveva puntato una ragazza.

La decisione del Gup Eugenio Fiorentino che ha condannato l’uomo anche al risarcimento dei danni subiti dalla parte offesa, da determinarsi in separata sede civile nonché al rimborso delle spese di assistenza legale per la costituzione di parte civile.

La giova, assistita dall’avvocato Carmelo Portale del Foro di Patti, era stata costretta a bloccare l’utenza telefonica e a cambiare abitudini di vita. L’uomo, con condotte reiterate la minacciava e molestava cagionandole “un perdurante e grave stato di ansia e paura” ingenerando anche nella vittima il “fondato timore per la propria incolumità”.

L’anziano contattava anche il padre e il compagno della ragazza, telefondando ma anche presentandosi nella loro abitazione, con l’obiettivo di danneggiare la reputazione della donna raccontando che si prostituiva e che era solita fare uso di sostanze stupefacenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende di mira una ragazza, a 73 anni diventa il suo stalker: condannato a un anno e 4 mesi
MessinaToday è in caricamento