rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Cronaca

Prime graduatorie della MessinaSocial city ma è già polemica: "Troppa confusione"

Secondo Fp Cgil sono stati chiariti solo in parte i dubbi sul possesso dei titoli di studio o di servizio. Contestata anche la mancata pubblicazione, in contemporanea, di tutte le graduatorie. Ecco perché

Pubblicate le prime graduatorie della MessinaSocial city ma è già polemica. Le graduatorie riguardano il profilo Asacom e profilo Autista con patente CQC, diversi i lavoratori che, pur avendo prestato servizio alla Messina Social City sono rimasti esclusi o si sono collocati in posizioni non utili. 

"Pur apprezzando e comprendendo il grande lavoro svolto dalla MSC rispetto a significative politiche occupazionali, non possiamo fare a meno di evidenziare come un confronto preventivo con le organizzazioni sindacali avrebbe evitato il verificarsi di situazioni spiacevoli come quelle che invece sono accadute e rischiano di accadere con la pubblicazione delle altre graduatorie", si legge in una nota di Fp Cgil.

"In fase di pubblicazione del bando, a conferma della confusione che i contenuti della stesso ha generato relativamente al possesso dei titoli di studio o di servizio (per cui non è stata prevista alcuna specifica rispetto all’ambio sociale di riferimento), l’Azienda, su sollecitazione della Fp Cgil, ha attivato un servizio FAQ che, tuttavia, ha chiarito solo in parte i dubbi più volte manifestati e che di fatto, adesso, stanno determinando non pochi problemi - scrivono il segretario provinciale della Fp Francesco Fucile e la segretaria provinciale, Elena De Pasquale -  A ciò si aggiunge che la mancata pubblicazione, in contemporanea, di tutte le graduatorie, potrebbe determinare delle conseguenze, non di poco conto, anche sui servizi, poiché di volta in volta il partecipante, se collocato in posizione utile anche nelle successive graudatorie dei relativi profili, potrebbe decidere di lasciare il servizio (ad esempio Asacom), per optare, in caso di chiamata, per l’ulteriore scelta effettuata (ad esempio profilo Psicologo), con tutte le difficoltà che questo può comportare anche in relazione al tema della continuità con gli utenti".

E proprio quello relativo alla continuità, è uno dei punti centrali del sindacato: "Siamo ben consapevoli che, soprattutto in relazione ad alcuni profili professionali – affermano Fucile e De Pasquale -, il tema della continuità con l’utente sia un tema dirimente che però, in diversi casi, almeno per le informazioni di cui siamo in possesso, rischia di venire meno. Alla luce di quanto avvenuto finora – concludono i dirigenti -, ribadiamo la necessità del confronto e reiteriamo ancora una volta, una formale richiesta di incontro sulla questione graduatorie, sui tempi di pubblicazione delle restanti e sulle esigenze assunzionali rispetto ai servizi in essere o prossimi all’avvio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prime graduatorie della MessinaSocial city ma è già polemica: "Troppa confusione"

MessinaToday è in caricamento