rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca

Trovati bocconi sospetti in un giardino di Ganzirri, allarme avvelenamento per i cani

L’episodio è avvenuto vicino ad una casa dove qualche mese fa si è verificato un caso simile. La denuncia e le indagini dei carabinieri

Bocconi sospetti a Ganzirri. E’ allarme sul tentativo di avvelenamento di cani nella zona Nord della città. Salame e mortadella che avvolgono la spugna comunemente usata per lavarsi sono stati trovati in un giardino privato. Fortunatamente il cane non ha addentato ma i proprietari hanno deciso di presentare ai carabinieri una querela contro ignoti per tentato avvelenamento.

L’episodio è avvenuto vicino ad una casa dove qualche mese fa un cane è morto proprio per avvelenamento e i carabinieri hanno avviato indagini per verificare se dalle telecamere di videosorveglianza era possibile risalire all’identità dei responsabili, persone senza scrupoli che lanciano l’esca per attentare alla vita dei nostri amati animali.

Oggi, a distanza di pochi mesi, il fenomeno si è riproposto in un appartamento con giardino. Denunciare e segnalare alle autorità se si trovano bocconi avvelenati, o aree pubbliche con sostanze pericolose per i propri animali, è un dovere di ogni cittadino. Le associazioni animaliste invitano a rendere pubblici questi fatti per evitare che altri animali subiscano conseguenze gravi, e soprattutto si possono assicurare i responsabili alla giustizia.

Secondo l'associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente (Aidaa) che ha presentato il dossier sui dati relativi agli avvelenamenti dei cani nel 2022 realizzato da Italambiente, lo scorso anno sono stati 46mila i cani avvelenati. Una strage che vede Calabria e la Sicilia in testa con oltre 3600 cani a testa seguite da Sardegna, Abruzzo e Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trovati bocconi sospetti in un giardino di Ganzirri, allarme avvelenamento per i cani

MessinaToday è in caricamento