Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Covid, sepolta in casa dalla spazzatura: De Luca va personalmente a raccogliere i rifiuti speciali

Prosegue il braccio di ferro del sindaco di Messina contro il direttore dell'Asp Paolo La Paglia. Dopo la segnalazione di una cittadina positiva il primo cittadino si è presentato oggi a casa sua per raccogliere l'immondizia

 

Se Maometto non va alla montagna, la montagna va da Maometto. Questa mattina il sindaco di Messina Cateno De Luca ha fatto irruzione in una abitazione privata per ritirare i rifiuti speciali di una cittadina risultata positiva al coronavirus e in quarantena dal 29 novembre ma con il balcone letteralmente invaso dalla spazzatura. "Una assurda vicenda che riguarda centiania di famiglie. Ora porto questi rifiuti direttamente da La Paglia - ha detto il sindaco durante la lunga diretta durante la quale ha eseguito personalmente il ritiro dei rifituti speciali - Aspetto che arrivi la ditta per ritirare la spazzatura contaminata ma bisogna capire di chi è la colpa se della ditta o dell'Asp che ha comunicato alla ditta soltanto il 17 dicembre la lista delle persone in quarantena". 

Ancora sotto accusa la gestione dell'emergenza coronavirus in città. Dopo aver attaccato ancora una volta il direttore dell'Asp La Paglia e l'assessore regionale alla salute Ruggero Razza il primo cittadino, in contatto con la ditta catanese incaricata di rimuovere i rifiuti, avvisata soltanto ieri sera di dover intervenire nella famiglia che ha inviato la segnalazione a De Luca, ha recapitando personalmente i bidoni della Messina Servizi per ritirare la spazzatura. "La Paglia querelami, andiamo in tribunale e così dimostrerò che sei un inetto dal punto di vista gestionale - ha sbottato De Luca - Io ho il diritto di esprimere le mie valutazioni sul direttore dell'Asp e da mercoledì sarò lì in pianta stabile e se Razza non viene qui a vedere personalmente la situazione allora è connivente". Poi, l'accusa: "Le omissioni dell'Asp hanno contribuito a diffondere l'epidemia in città". 

Secondo l'ordinanza regionale del 25 settembre i rifiuti appartenenti alle famiglie in quarantena devono essere raccolti e smaltiti dall'Asp tramite imprese incaricate di effettuare il servizio, comunicando l'elenco anche al Comune di Messina. "Andremo casa per casa personalmente se non cambia la situazione", ha annunciato Cateno De Luca senza dar peso al rischio di accusa per trattamento illeggitimo di materiale tossico che corre occupandosi di una azione che non è di sua competenza. Una iniziativa che comunque, dopo due ore di attesa, ha costretto la ditta a presentarsi per smaltire i rifiuti speciali che lo stesso De Luca ha tolto dall'appartamento. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento