Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Ristoratori e commercianti stasera aperti per protesta, De Luca: “Rischiate multe e chiusure”

Il sindaco avverte che sono stati potenziati i controlli per il week end. “Ognuno di voi ha diritto di protestare e reagire contro provvedimenti che neanche io condivido, ma è giusto anche che io vi dica anche a cosa va incontro”

 

“Noi abbiamo già definito una settimana fa con prefettura e questura una serie di controlli più stringenti nel week end. E’ doveroso dirvelo e chiarire anche che la violazione del Dpcm comporta sanzioni da 500 euro in su e potrebbe essere anche comminata anche da parte del prefetto la sospensione o chiusura delle attività. Lo dico perché ognuno di voi deve sapere che cosa rischia”.

E’ la risposta “social” del sindaco di Messina Cateno De Luca a commercianti e ristoratori che hanno chiesto di “capire cosa fare stasera” dopo la protesta di ieri.

Sembra infatti che insieme agli organizzatori della manifestazione di ieri in piazza Municipio sia stato ipotizzato che oggi per protesta anche le attività per i quali il Dpcm impone la chiusura alle 18 restino aperti per protesta.

“Sono dalla vostra parte – ha detto il sindaco - ognuno di voi ha diritto di protestare e reagire contro provvedimenti che neanche io condivido, ma è giusto anche che io vi dica anche a cosa va incontro. Così ognuno di noi in piena libertà di coscienza può decidere cosa fare”.  

De Luca ha fatto anche riferimento alla polemica che si è innescata per la sospensione temporanea della luce che la lasciato al buoi i manifestanti.

“Una polemica banale che non mi è piaciuta – ha detto il sindaco – si è trattato di un disguido”.

Già ieri, De Luca, con un post su fb, aveva spiegato che si è trattato di un black out ricordando che la possibilità di allacciarsi alla corrente elettrica interna al comune era stata autorizzata nonostante l’assenza di formale richiesta.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MessinaToday è in caricamento