Lunedì, 25 Ottobre 2021
Cronaca

Lei va a denunciarlo, lui le spacca la macchina davanti ai carabinieri: scatta il divieto di avvicinamento

La donna era andata in caserma per raccontare minacce, danneggiamenti e vessazioni dell'ex fidanzato. Il 42enne colto in flagrante

L'ha minaccia anche mentre era dai carabinieri per presentare la denuncia. Prima le ha mandato messaggi per dissuaderla poi le ha danneggiato la macchina forandole le gomme e rigando la carrozzeria.

Una furia cieca che non gli ha permesso neanche di rendersi conto che l'auto era parcheggiata vicino i militari che - in servizio davanti la porta d'ingresso - si sono accorti di quello che stava facendo e sono riusciti a bloccarlo in flagranza col cacciavite in mano e una mazzetta di ferro da muratore utilizzata per danneggiare l'auto.

I carabinieri della Stazione di Messina Principale hanno così arrestato un 42enne messinese per il reato di atti persecutori.

I fatti sono accaduti nella tarda serata di martedì, quando la vittima ha vinto la paura e si è presentata dai carabinieri della Stazione di Messina Principale e del Nucleo Operativo di Messina Centro ai quali ha raccontato una serie di condotte delittuose poste in essere nei suoi confronti da parte dall'ex fidanzato, mai denunciati dalla stessa per paura.

Il 42enne è stato dichiarato in stato di arresto poiché ritenuto responsabile del reato di atti persecutori e sottoposto alla misura degli arresti domiciliari in attesa del processo tenutosi con rito direttissimo nel primo pomeriggio di mercoledì. L’arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto il divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla vittima.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lei va a denunciarlo, lui le spacca la macchina davanti ai carabinieri: scatta il divieto di avvicinamento

MessinaToday è in caricamento