Giovedì, 18 Luglio 2024
Cronaca

Registro di genere e carriere alias, Milano chiama Messina: "Una alleanza per i diritti civili"

Arcigay invita il sindaco Basile ad aderire alla rete voluta dal Beppe Sala. Duca: "E' importante che le amministrazioni locali dimostrino vicinanza a tutti i cittadini e operino azioni contro ogni discriminazione"

L'istituzione del registro di genere e le carriere alias per i dipendenti del Comune, le partecipate e di tutto quanto è sotto controllo o la gestione del Comune.

E' quanto chiede Arcigay Messina che ha invitato il sindaco Federico Basile e l'assessora per le Pari opportunità Liana Cannata ad aderire alla rete di Comuni promossa dal sindaco di Milano Beppe Sala fra le amministrazioni che mostrano sensibilità sui diritti civili.

"Siamo orgogliosi del fatto che tra le poche città menzionate c'è anche Messina - scrive Rosario Duca -  Questo significa che il sindaco Sala riconosce a questa città il merito di essere una città attenta ai diritti di tutti anche se molto di più si potrebbe e dovrebbe fare. Arcigay Messina Makwan è convita che l'amministrazione saprà cogliere l'occasione e anticipare, se ancora la richiesta del sindaco di Milano non è arrivata, deliberando in tal senso".

Oggi, quando si parla di identità di genere, si discute anche di carriera alias: per le persone transessuali che non si riconoscono nel genere assegnato alla nascita consiste nella possibilità di utilizzare in classe il nome scelto. Un passo che, ribadisce l'associazione a tutela dei trans è fondamentale per esprimere e costruire l'identità di genere a livello individuale e sociale. Così come occorre difendere e promuovere il registro di genere.

"Viviamo un periodo storico dove tutta la comunità  LGBTQI+ è sotto attacco da un governo che anziché affermare diritti e riconoscere quelli che mancano, mira a togliere quelli già acquisiti - spiega Duca - ed è alla luce del sole quanto avvenuto sulla pelle dei bambini delle famiglie arcobaleno".

Per Duca è importante che le amministrazioni locali dimostrino vicinanza a tutti i cittadini e operino azioni contro ogni discriminazione.

Il significato politico dell’alleanza dei Comuni sul registro di genere, come sulle famiglie omogenitoriali, va in questa direzione. L’appello che si appresta a fare il sindaco Beppe Sala è alle città di Lecce e Bologna, e poi in seguito a quelle di Reggio Emilia, Taranto, San Lazzaro di Savena, Ravenna, Livorno e Messina.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro di genere e carriere alias, Milano chiama Messina: "Una alleanza per i diritti civili"
MessinaToday è in caricamento