Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Dopo l'Hotspot, il terzo quartiere chiede più sicurezza al Prefetto

La riunione tra l'organo amministrativo e il rappresentante del governo dopo i fatti di Bisconte. Librizzi invierà una relazione al ministro Lamorgese. Ok all'aumento dei controlli contro la microcriminalità

Dopo la chiusura dell'Hotspot di Bisconte, il terzo quartiere potrà beneficiare maggiori controlli per mantenere sicurezza e ordine pubblico. E' il risultato ottenuto dai componenti dell'organo amministrativo dopo il tavolo tecnico tenutasi questa mattina con il prefetto Maria Carmela Librizzi. Nel corso dell'incontro, il presidente della circoscrizione Lino Cucè ha sottolineato la necessità di avere una maggiore presenza di forze dell’ordine in tutto il territorio della municipalità che risulta essere ad alto rischio microcriminalità. I consiglieri Alessandro Cacciotto e Alessandro Geraci hanno sollecitato il bisogno di trovare soluzioni ( quali la chiusura dell’Hotspot) che evitino spiacevoli episodi.

Il prefetto ha fornito rassicurazioni sulla questione, dicendosi pronto ad inviare al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese una relazione con cui rappresenterà i fatti e le questioni venutesi a creare in questi anni e aggravate da episodi di fuga dal centro dovuti alla quarantena, alla quale erano sottoposti gli ospiti della struttura, che condizionano pesantemente la vita degli abitanti della terza municipalità.

Il Quartiere si è detto disposto a continuare la collaborazione per la redazione di progetti di integrazione sociale, impegno già preso dal 2015 con il supporto alle cooperative che si sono succedute nella gestione del centro d'accoglienza. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l'Hotspot, il terzo quartiere chiede più sicurezza al Prefetto

MessinaToday è in caricamento