Giovedì, 18 Luglio 2024

VIDEO | "Formare cittadini capaci di riflettere", la Philosophy for children diventa un progetto del comune

La proposta dell'assessore alla pubblica istruzione Pietro Currò presentata in quinta commissione consiliare insieme a Manuela Zoncheddu, formatrice filosofica

Un progetto scolastico finalizzato all'educazione delle nuove generazioni alla riflessione, all'esercizio del pensiero critico e alle tematiche della vita in comunità. Con questo spirito è approdata questa mattina nella quinta commissione consiliare la proposta di realizzazione di percorsi di "Philosophy for children" nelle scuole, presentata ai consiglieri dell'assessore alla pubblica istruzione Pietro Currò. In aula è stata ascoltata anche la testimonianza della formatrice filosofica Manuela Zoncheddu. Si tratta ancora di un progetto in fase embrionale che, durante le prossime fasi, potrebbe coinvolgere innanzitutto il Direttore dell'Ufficio scolastico regionale, Stello Vadalà, poi i dirigenti scolastici degli istituti comprensivi.

"In alcune scuole questa è una pratica già diffusa - spiega l'assessore Currò - L'idea è quella di aprire al territorio un percorso che rappresenti un investimento per le generazioni future". Nello specifico si tratta di almeno dieci incontri in modalità extrascolastica durante i quali invitare i bambini, dai 5 anni in sù, a riflettere sulle tematiche filosofiche essenziali. A recepire il piano d'attività saranno poi le singole scuole che dovranno inserire e approvare il pecorso all'interno del proprio Ptof. 

Dall'amore, alla vita, alla morte, alla felicità. Queste alcune delle tematiche che possono essere trattate durante gli incontri, sotto la guida di un formatore professionalizzato ed esperto che si recherebbe negli istituti lavorando sui gruppi di bambini e ragazzi. "L'obiettivo è avere la possibilità di avere soggetti che siano capaci di riflettere con persone cooperative, attive e capaci di pensare", ha concluso Zoncheddu. 

Video popolari

MessinaToday è in caricamento