Sabato, 13 Luglio 2024
Cronaca

Per otto ore attaccato a una tavola di legno, marittimo salvato nello Stretto: indagini sulla caduta in mare

Le ricerche della Guardia costiera sono andate avanti tutta la notte, l'uomo soccorso è di nazionalità siriana

Marittimo siriano salvato sullo Stretto. Ieri notte una nave mercantile che aveva da poco transitato tra Sicilia e Calabria (in direzione Nord Sud) aveva segnalato alla Guardia Costiera che non risultava presente a bordo uno dei membri dell’equipaggio, ipotizzando che fosse caduto in mare durante l’attraversamento.

Sono immediatamente partite le operazioni di ricerca del disperso, coordinate dal Comando generale della Guardia Costiera con l’impiego di motovedette e un elicottero. Le ricerche sono proseguite per tutta la notte fino a quando intorno alle sei del mattino la motovedetta CP 852 della Capitaneria di porto di Messina ha individuato il naufrago in mare nello specchio acqueo antistante Tremestieri. Il marittimo è stato immediatamente tratto a bordo e condotto nel porto di dov'era stato soccorso dal 118 e trasportato in ospedale. Anche se molto provato le sue condizioni sono apparse non critiche.

La Capitaneria di porto di Messina ha ordinato alla nave di entrare nel porto per fare luce sui fatti. Gli accertamenti sono stati condotti da personale della Guardia Costiera unitamente all’Ufficio di Polizia di frontiera marittima della Polizia di Stato di Messina. Sono in corso approfondimenti riguardo alle circostanze che hanno visto il marittimo rimasto in balia del mare per quasi otto ore attaccato a una tavola di legno fino al provvidenziale intervento della motovedetta della Guardia costiera che ha evitato il triste epilogo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Per otto ore attaccato a una tavola di legno, marittimo salvato nello Stretto: indagini sulla caduta in mare
MessinaToday è in caricamento