Cronaca Patti

Lacrime e sorrisi al primo memorial Roberto Garigale, la premiazione con i genitori

A Patti l'iniziativa dedicata al giovane cacciatore morto in un incidente nelle campagne di Roccafiorita. Il ricordo dei genitori e del residente dell'associazione Artemide. Primo classificato Antonino Nicolosi

Un centinaio di partecipanti, provenienti da tutta la Sicilia, per l'iniziativa che si è svolta ieri a Patti in memoria di Roberto Garigale,  il 31enne cacciatore morto a gennaio in un incidente nelle campagne di Roccafiorita.

Lacrime e sorrisi al primo memorial organizzato dall’associazione Artemide presieduta da Giovanni Rizzo. “Ringrazio tutti i partecipanti che con coraggio hanno sfidato il maltempo per non mancare a questa iniziativa dedicata a un giovane tragicamente scomparso”, ha detto Rizzo. “Un momento di aggregazione importante, anche per il sostegno che si è voluto dare alla famiglia”.

Presente infatti la mamma e il papà di Roberto Garigale che hanno offerto una targa all’associazione Artemide commosso i partecipanti ricordando il figlio e la sua passione per l’attività venatoria che suscita sempre reazioni contrastanti.  Proprio l’ 1 luglio, è cominciata la raccolta firme per il referendum per chiedere l’abolizione della caccia sul territorio italiano. 

La giornata di ieri per i cacciatori è stata anche l’occasione per respingere le accuse di svolgere una pratica brutale.

“Affermare che i cacciatori sono affamati di violenza dimostra solo una grande incompetenza – spiega Rizzo – la realtà è ben diversa”.

L’associazione Artemide ha ricambiato la targa alla famiglia e premiato ivincitori del memorial. Primo classificato Antonino Nicolosi, premiato dai genitori di Garigale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lacrime e sorrisi al primo memorial Roberto Garigale, la premiazione con i genitori

MessinaToday è in caricamento