Lunedì, 15 Luglio 2024
Cronaca

Politica e veleni, Renzi querela De Luca per diffamazione

A far scoppiare la polemica le frasi dell'ex sindaco di Messina: "Io con Capitano Ultimo, lui con Cuffaro"

Scintille tra Matteo Renzi e Cateno De Luca. L'esponente di Italia Viva, che in forza ha l'ex deluchiana Dafne Musolino, ha querelato De Luca per "le  parole - si legge in una nota diffusa dal partito - gravemente diffamatorie pronunciate questa mattina durante una conferenza stampa presso la Camera dei Deputati”. 

Tutto nasce dalle dichiarazioni di De Luca sugli accordi politici in vista delle Europee. L'ex sindaco di Messina ha annunciato stamane l'ingresso in squadra  del capitano "Ultimo", Sergio De Caprio, l'uomo che ha guidato il blitz per catturare nel 1993 Totò Riina. A margine della presentazione De Luca ha aggiunto: "Ribadisco: mentre Renzi si è fatto l'accordo con Cuffaro, condannato lo ricordiamo nel 2010 a sette anni di reclusione per favoreggiamento a Cosa nostra, nel disperato tentativo di superare il 4%, noi abbiamo fatto un accordo con Capitano Ultimo, l’uomo che ha arrestato Totò Riina. Vedo che Renzi ha già dato mandato ai suoi legali, nessun problema. Ma lo sfido pubblicamente a un confronto dove lui sara' accompagnato da Toto' Cuffaro e io dal Capitano Ultimo che sarà candidato nella lista Libertà".

La presentazione della nuova lista

Stamattina nel corso di una conferenza stampa alla camera il leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca insieme alla presidente del movimento Laura Castelli e al deputato Francesco Gallo ha presentato le altre forze politiche che hanno scelto di aderire al progetto “Libertà” per le europee.

"Oggi, ha affermato la presidente di ScN Laura Castelli, aggiungiamo altri importanti tasselli al nostro progetto politico. Le adesioni che abbiamo registrato sono importanti e sono significative di un messaggio alternativo che Sud chiama Nord sta portando avanti e del quale è riuscito a farsi interprete.” A sostenere il progetto “Libertà” oggi c’erano l’ex sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi Presidente dei “Civici in Movimento” neonata formazione che mette insieme amministratori e rappresentanti di movimenti civici, il “Popolo Veneto” di Vito Comencini, il Capitano Ultimo e Rassemblement Valdoten.

“Civici in Movimento, ha affermato Pirozzi, rappresenta una confederazione di movimenti civici territoriali e amministratori comunali. Abbiamo scelto il simbolo dello scarponcino e non di un mocassino per rappresentare la fatica, il lavoro che gli amministratori portano avanti sul territorio.  Vogliamo rappresentare il mondo del civismo, ad oggi considerato un mondo a parte. Un mondo trascurato e caratterizzato delle contraddizioni che intendiamo portare alla luce con determinazione e coraggio. Con “I civici in movimento” le espressioni civiche avranno la possibilità di eleggere direttamente i propri rappresentanti, sia alle prossime elezioni europee che alle successive consultazioni politiche. Cateno de Luca oggi rappresenta l'unico leader politico che sta legittimando il civismo, rendendolo protagonista.”

Dopo l'accordo con Roberto Castelli anche "Popolo Veneto" di Vito Comencini sarà protagonista del progetto Libertà insieme a Rassemblement Valdoten, movimento fondato da quattro consiglieri regionali della Valle d'Aosta. "Sud chiama e Nord risponde!” Così ha esordito stamattina Vito Comencini.

“Il popolo veneto è qui, ha affermato Comencini, con un movimento nato da poco ma con grande voglia di fare. Oggi, il regno delle Due Sicilie chiama e le terre della Repubblica Serenissima rispondono. Siamo uniti in battaglie di sovranità condivise, sfidando un'Europa che non rappresenta le vere istanze dei popoli europei. Non potevamo rimanere a guardare. Abbiamo deciso di offrire un'alternativa per portare avanti le istanze tradite: federalismo, autonomia, sovranità e identità territoriale. Bisogna dare risposte anche agli amministratori, e questo è il nostro impegno.” "Abbiamo compiuto, afferma il leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca, un altro importante passo avanti nel nostro percorso politico. Le adesioni che abbiamo registrato sono un segno tangibile del messaggio alternativo che Sud Chiama Nord sta portando avanti, e di cui siamo orgogliosi interpreti. Si sta compiendo la profezia: il Sud chiama e il Nord continua a rispondere. Sud Chiama Nord è più di un movimento civico, è un'idea federalista che unisce e dà voce alle istanze del Sud e del Nord.  Il progetto Libertà si basa su una strategia di alleanza ampia, con un obiettivo comune: meno Europa, più equità. Ci opponiamo al centralismo statale e al centralismo europeo liberticida. Oggi è una data storica per il civismo: organizziamo una rete nazionale e superiamo le contraddizioni che hanno frenato le realtà civiche. Ci facciamo protagonisti di un'idea chiara e concreta, nella quale crediamo fermamente. Il nostro progetto è di libertà. Vogliamo diffondere la democrazia e contrastare il sistema oligarchico esistente. La presenza di Capitano Ultimo nel nostro progetto rappresenta un forte messaggio di legalità, non vogliamo i voti dei mafiosi e della mafia. Noi, ha concluso De Luca, andiamo a braccetto con Capitano Ultimo e Matteo Renzi va a braccetto con Totò Cuffaro!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Politica e veleni, Renzi querela De Luca per diffamazione
MessinaToday è in caricamento