rotate-mobile
Cronaca

La Musolino a sorpresa a Casa Serena, nessun cantiere e tempi lunghi per la ristrutturazione: il cronoprogramma

La senatrice raggiunta dalla presidente della Messina Social City che fa il punto sullo stato dell'arte. Attesa la decisione sulla nuova struttura che si candida ad ospitare gli anziani

Slittano i tempi per i lavori a Casa Serena. A distanza di un anno dall’annuncio degli interventi di riqualificazione non c’è ancora neanche il progetto esecutivo.

Ci vorrà almeno un anno prima di vedere avviati gli interventi nel “polmone dei servizi sociali” di Messina che necessita di un importante intervento di riqualificazione già da tempo programmato. Sono stati eseguite e completate solo le verifiche sulla vulnerabilità sismica e, adesso, sulla base di queste valutazioni sarà elaborato il progetto, non prima di aver stimato costi e durata dei lavori. Verosimilmente la gara per l’affidamento potrebbe essere pubblicata entro aprile.

A fare chiarezza sullo stato dell’arte, la senatrice Dafne Musolino che nei giorni scorsi è presentata nella struttura di Montepiselli per un sopralluogo.

A gennaio 2023 il Comune di Messina, con una nota congiunta con Messina Social City, annunciava l’approvazione del progetto definitivo relativo agli imminenti lavori di manutenzione straordinaria ed efficientamento energetico di Casa Serena, rendendo noto che proprio per l’imminente inizio dei lavori si rendeva necessario trasferire gli anziani alloggiati nella casa di riposo comunale.

A un anno da quell’annuncio, la senatrice di Italia Viva ha deciso di recarsi di persona sul posto non trovando traccia del cantiere. E’ stata raggiunta però dalla presidente della Messina Social city, Valeria Asquini, che ha dato chiarimenti sulla tabella di marcia. Un cronoprogramma che prevede non prima di un anno il completamento dei lavori.

Intanto per gli anziani di casa Serena, una quarantina attualmente ospitati nei locali di Collereale, è previsto a breve nuovo trasferimento già contestato anche dai sindacati per i risvolti di carattere emotivo che gli anziani dovranno subire dal momento che in meno di un anno sono costretti ad un nuovo trasferimento.

Una sola l’offerta presentata da parte di chi si candida ad ospitarli. Si tratta di villa Aurora, a Santa Margherita. La valutazione di una apposita commissione nominata dalla Messina Social city non è stata ancora resa pubblica perché ancora in fase di valutazione rispetto ad alcuni requisiti strutturali richiesti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Musolino a sorpresa a Casa Serena, nessun cantiere e tempi lunghi per la ristrutturazione: il cronoprogramma

MessinaToday è in caricamento