rotate-mobile
Mercoledì, 24 Aprile 2024
Cronaca

Ancora spaccavetrine nel cuore della città, colpo al bar "Fuori luogo"

Sul posto la polizia che ha avviato subito le indagini. Nei giorni scorsi l'arresto di un ragazzo con problemi psichici e bisognoso di cure che aveva messo a segno una decina di colpi 

Nei giorni scorsi l'arresto di un ragazzo accusato di essere lo spaccavetrine che ha messo a segno una decina di colpi a gennaio seminando il panico nel cuore della città, ma questa notte qualcuno è entrato in azione con lo stesso meccanismo in un ritrovo del viale San Martino.

L'amara scoperta stamani al ritrovo "Fuori luogo". Sul posto la polizia che ha avviato subito le indagini. Secondo una prima ricostruzione la rottura del vetro sarebbe stata causata da una pietra o un pezzo di cemento che stato trovato sul posto. Hanno forzato il registratore di cassa ma il danno è ancora da quantificare.

Nei giorni scorsi il presidente della Confcommercio Carmelo Picciotto si era congratulato per l'arresto del responsabile di ripetuti furti e danneggiamenti. Si è scoperto dopo che si trattava di un soggetto fragile, con problemi psichici e bisognoso di cure che nonostante la disposizione del giudice non era stato ricoverato in Rems, Residenza per l'esecuzione delle misure di sicurezza, a causa della mancanza di posti.

Picciotto aveva fatto appello per la convocazione in Prefettura di un tavolo dove portare proposte per la sicurezza e discutere maggiori misure di contrasto a queste tipologie di reati mostrando preoccupazione per episodi che "avvengono in un sistema Paese dove è evidente il disagio sociale sono stati ridimensionati alcuni sistemi di contrasto e aiuto alla povertà, alimentando minacce da non trascurare e analizzare sotto tutti i profili culturali".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora spaccavetrine nel cuore della città, colpo al bar "Fuori luogo"

MessinaToday è in caricamento