Paura a Nizza di Sicilia: tentano di rapire una bimba, messi in fuga dalle urla della nonna

È accaduto giovedì nell'area giochi nei pressi del lungomare. Presunti rapitori a bordo di un'auto scura. Sulla vicenda indagano i carabinieri

Le urla della nonna hanno salvato una bimba di 5 anni dalle mani di due uomini che volevano rapirla.
E' accaduto giovedì pomeriggio a Nizza di Sicilia.

A riferire la vicenda è stata la madre della piccola. 

Intorno alle 17 la donna passeggiava sul lungomare insieme alla nipotina. All'altezza dell'area giochi, la bimba è stata avvicinata da due uomini che l'hanno subito bloccata tentando di portarla a bordo della loro auto.

La nonna ha iniziato ad urlare chiedendo aiuto ai passanti. I due hanno quindi desistito e si sono allontanati in fretta a bordo della loro auto.

I presenti avrebbero chiamato i carabinieri che stanno adesso indagando sulla vicenda mentre l'anziana è stata soccorsa da un'ambulanza in seguito allo spavento subito. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nessun problema, invece, per la bimba che ha potuto riabbracciare i suoi cari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale per addetto alla sicurezza della Caronte-Tourist, storico Volontario della Misericordia

  • Sarà seppellito a Cinquefrondi Alessandro Aimola, il Volontariato messinese in Cattedrale

  • Cade da un ponteggio, muore operaio in un cantiere a Venetico

  • Festa della Repubblica e Madonna della Lettera, nuove disposizioni per negozi: aperti anche i mercati

  • Niente più vocazioni, le Suore Figlie della Carità lasceranno Messina e il Collereale dopo 118 anni

  • L'incidente sulla statale 113, autopsia su Francesco Tedesco: "Un ragazzo solare"

Torna su
MessinaToday è in caricamento