rotate-mobile
Economia

Decreto Editoria Sicilia: dalla Regione oltre due milioni per siti, giornali, radio e tv

La misura garantisce un finanziamento a fondo perduto alle imprese per tutelare il pluralismo e la capacità occupazionale. Il presidente Schifani e l'assessore Falcone: "Sosteniamo innovazione e lavoro"

Via libera dall'assessorato regionale all'Economia al ribattezzato "decreto Editoria Sicilia" che assegna 2,2 milioni di euro a sostegno del comparto editoriale regionale. La misura garantisce un finanziamento a fondo perduto alle imprese editoriali siciliane cartacee, online e radiotelevisive, per tutelare il pluralismo e la capacità occupazionale. Sarà l'Irfis a emanare gli appositi avvisi finalizzati alla presentazione delle istanze di contributo.   

"In un momento di crisi, ma anche di mutamenti per giornali, siti e periodici - afferma il presidente della Regione Renato Schifani - vogliamo essere vicini all'editoria locale, così come già avviene per tante altre categorie, per salvaguardare le aziende, i lavoratori e il diritto all'informazione dei siciliani, favorendo anche processi di innovazione e adeguamento alle nuove sfide del mercato".  

"Nelle ultime settimane - aggiunge l'assessore all'Economia Marco Falcone - abbiamo recepito diverse indicazioni dal comparto per cercare di rendere quanto più efficace e funzionale l'intervento economico della Regione al fianco dell'editoria in Sicilia. Da una parte tendiamo la mano all'innovazione e agevoliamo la tenuta delle aziende, dall'altra difendiamo l'occupazione stabile e regolare premiando le realtà editoriali che inquadrano i propri giornalisti attraverso i contratti nazionali vigenti, guardando all’indispensabile contributo informativo e culturale delle testate isolane".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decreto Editoria Sicilia: dalla Regione oltre due milioni per siti, giornali, radio e tv

MessinaToday è in caricamento