Economia

Mirabilia 2023, a Lipari oltre 3000 incontri tra buyers e sellers del turismo

Eolie al centro del turismo mondiale, con la giornata dedicata alla XI Borsa internazionale del Turismo culturale e alla Borsa del turismo Food & Drink. Siglati anche protocolli fondamentali per la tutela ambientale delle Isole Eolie

Con “Mirabilia 2023”, l’isola di Lipari è diventata il centro del turismo mondiale. “Mirabilia 2023” è l’evento che ha unito l’XI Borsa Internazionale del Turismo culturale e la VII dedicata al Food e Drink. Si tratta dell’appuntamento annuale con 21 Camere di Commercio italiane, impegnate per il turismo sostenibile attraverso la rete dei siti Unesco (anche le Isole Eolie sono un sito Unesco).

Incrociare domanda e offerta è la regola aurea di ogni business. Così, sull’isola dell’arcipelago delle Eolie sono arrivati buyers da tutto il mondo, pronti ad incontrare i sellers del territorio e a concludere affari commerciali attraverso una serie di appuntamenti B2B. L’evento è stato organizzato dalla Camera di Commercio di Messina, socio Mirabilia, presieduta da Ivo Blandina: «Un progetto – ha spiegato il presidente Blandina – che ha un grande impatto sui territori, perché da un lato valorizza i beni culturali e dall’altro i prodotti di eccellenza».

A “Mirabilia 2023” hanno partecipato più di 200 operatori economici (appartenenti ai settori turismo e food) che hanno avuto la possibilità di incrociare e presentare le loro offerte a 103 buyers provenienti da 15 Paesi di tutto il mondo, con un totale di circa 3000 appuntamenti in agenda in una sola giornata.  Questo risultato è stato reso possibile da una programmazione certosina, che alla fine ha consentito di far sì che le due borse “tecniche” riuscissero a soddisfare i desiderata dei sellers locali, trasformando così la giornata di Lipari in concrete opportunità di business.

Adesso è il momento di guardare al futuro: il network Mirabilia crescerà ancora insieme ad Isnart, l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche. «Il progetto è nato 12 anni fa e, nel corso degli anni, ha acquisito diversi soci partecipanti. Nel 2018 è maturata la convinzione che si dovesse costituire in associazione. All’inizio del percorso il network contava 5 camere di commercio, oggi sono 21 e mettono insieme 33 siti Unesco», ha spiegato Vito Signati, Coordinatore della rete Mirabilia, che ha aggiunto: «Oggi si fa sempre più forte la necessità di coinvolgere le Camere di Commercio che non sono presenti in Mirabilia, ecco perché l'unione con l’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche».

«Isnart e Mirabilia cammineranno a braccetto», ha confermato Loretta Credaro, parlando a nome dell’Istituto. E ha continuato: «Il turismo è il primo motore economico del paese. Dai dati disponibili sulla nostra piattaforma si evince che il 33% dei turisti stranieri vengono in Italia per aspetti culturali e quindi per visitare siti Unesco, il 17% per gli aspetti paesaggistici e il 13% per quelli enogastronomici. Il nostro lavoro è umanizzare questi dati a supporto di tutte le destinazioni». Quindi ha concluso: «Ecco perché Mirabilia diventerà il cuore del nostro Istituto».

Nel corso della giornata isolana è stato anche firmato un protocollo d’intesa con Slow Food e si è avviato il dialogo con Conai.

La giornata di Mirabilia 2023

La giornata di Mirabilia 2023 è iniziata, come da rito, con i saluti istituzionali, portati dal sindaco di Lipari Riccardo Gullo, dal primo cittadino di Messina Federico Basile, della Prefetta Cosima Di Stani e dal presidente della Camera di Commercio messinese, Ivo Blandina.

Presente anche il governo della Regione Siciliana, con l’assessora al Turismo Elvira Amata. «Il turismo è la vera industria dell’economia, non solo siciliana ma del mondo», ha detto. «Dobbiamo mettere da parte il campanilismo e il protagonismo, la Sicilia funziona se l’Italia funziona. Bisogna unire le forze e sentire tutte le parti, soprattutto gli addetti ai lavori. Dai dati acquisiti da gennaio a settembre 2023, risulta che la Sicilia ha avuto un notevole incremento numerico rispetto al 2019, anno prepandemico. Sono state registrate più di 13 milioni di presenze che, se si considera che l’anno deve ancora concludersi, sono destinate ad aumentare. È aumentato soprattutto il turismo straniero, sfiorando il 97% delle presenze. Questi dati non si riferiscono solo all’alta stagione, ma a tutto l’anno».

All’evento di Lipari hanno anche preso parte, intervenendo da remoto, il ministro dell’Agricoltura, Francesco Lollobrigida, il ministro per la Protezione Civile e le Politiche del mare, Nello Musumeci, e l’assessore alle Attività Produttive della Regione Siciliana, Edy Tamajo.

Nel pomeriggio, il focus delle attività è stato sui temi della sostenibilità e della mobilità intelligente, con l'incontro moderato dalla giornalista Rai Laura Chimenti (che ha moderato tutti gli incontri della giornata), con interventi di: Valentina Superti (Director DG GROW, European Commission), Maurizio Cociancich (Project Manager – Progettista “RideOnStrait” e “Porta del Mare”) Antonello Fontanili (Direttore Uniontrasporti Scarl), Pietro Franza (Presidente Sicindustria Messina), Christian Del Bono (Presidente Federalberghi Isole Eolie ed Isole Minori), Magda Antonioli (Vicepresidente della European Travel Commission) e Rita Taraschi (Dirigente MIT - Struttura di attuazione PAC 2014-20).

Le dichiarazioni

Oltre agli incontri B2B, “Mirabilia 2023” è stato anche un momento di confronto ed approfondimento. Fra i primi relatori, ricordiamo Pino Pace, presidente di Unioncamere Sicilia: «Bisogna fare sempre più squadra e sistema. Il turismo sta cambiando, tende ad essere sempre meno di massa e più di qualità. Ora non si cercano più i luoghi affollati, ma un turismo più lento per apprezzare meglio i territori e i percorsi enogastronomici. Un altro aspetto importante è quello della destagionalizzazione: dobbiamo far sì che i turisti arrivino prima dell’alta stagione e anche dopo».

Subito dopo ha preso la parola Angelo Tortorelli, nella sua doppia veste di presidente del network Mirabilia e vicepresidente Conai: «C’è tanta imprenditoria italiana sana, coraggiosa e intraprendente in questo nostro evento e c’è una proiezione internazionale a livello globale, qui a Lipari», sono state le parole di Tortorelli. «Non siamo soli: ci pregiamo di essere affiancati da importantissimi organismi, quali l’Istituto per il Commercio estero e l’Associazione delle Camere italiane all’estero, ma anche IEG – l’Ente che organizza, tra gli altri il TTG di Rimini - per l’individuazione mirata dei buyers, la selezione, e la loro profilazione, così come per la  pianificazione preventiva degli appuntamenti, attraverso la piattaforma digitale e il servizio interpreti: tutto per far sentire i nostri imprenditori al centro della nostra attenzione e della nostra attività». Tortorelli ha concluso, sottolineando «il successo di una governance che ha recentemente varcato i confini nazionali ed è diventato modello da esportazione con Mirabilia France, uno dei tanti spin off che questa iniziativa genererà anche negli anni futuri».

Grande soddisfazione anche nelle parole di Mario Pozza, presidente di Assocamerestero, ha aggiunto: «Stiamo raccogliendo i frutti di questo network, un grande volano per le risorse dei nostri territori. Con il network delle 86 Camere di Commercio italiane all’estero al servizio del nostro Paese, promuove la bellezza e il ruolo del Made in Italy nel mondo».

Il protocollo d’intesa con CONAI

Durante i lavori di “Mirabilia 2023” è stata anche annunciata la sottoscrizione di un importante protocollo di intesa tra i Comuni di Lipari, Malfa, Santa Marina Salina e Leni con Mirabilia e con il CONAI (Consorzio Nazionale Imballaggi), per preservare le Eolie Patrimonio dell’Umanità e per facilitare il raggiungimento degli obiettivi di raccolta differenziata indicati dal Programma Nazionale per la Gestione dei Rifiuti 2022-2028 e dal Piano Regionale per la Gestione dei Rifiuti Urbani della Regione Sicilia, con un miglioramento delle gestioni sia in termini economici che finanziari.

Premio “Top of the PID”

 Nell’ambito del programma Mirabilia è stato assegnato il premio “Top of the PID” per l’innovazione del turismo, a 3 aziende fra le 17 in gara. Il primo premio, dal valore di 3000 euro, è andato a Barchelettriche di Genova, con il suo progetto di turismo accessibile tramite la barca elettrica Best 6.0, fruibile da applicazione: l’idea è risultata vincente per l'attenzione ai temi della doppia transizione, ecologica e digitale, sia sotto il profilo sociale che su quello ambientale. Le barche elettriche Best 6.0 sono lunghe 6m, portano 8 persone e sono accessibili ai disabili. L'autonomia delle batterie è di 30 miglia nautiche, quasi 6 ore. A consegnare il premio, in presenza del presidente della Camera di Commercio Luigi Attanasio, è stato il direttore di Dintec, la struttura delle Camere di Commercio per l'innovazione, Antonio Romeo.

Al secondo posto si è classificata la cooperativa sociale Sinergia di Bari, mentre sul terzo scalino del podio si è piazzata l’Informatica di Matera. Il premio Top of the PID è nato nel 2020, in piena pandemia per incentivare le soluzioni tecnologiche a servizio del turismo. All’edizione 2023 hanno partecipato 17 aziende, di cui 6 finaliste, tutte presenti a Lipari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mirabilia 2023, a Lipari oltre 3000 incontri tra buyers e sellers del turismo
MessinaToday è in caricamento