Domenica, 21 Luglio 2024
Eventi Barcellona Pozzo di Gotto

Casa Circondariale set cinematografico e detenuti interpreti: "Dopo questo esilio" vince una statuetta del Good Villain in Polonia

Premio internazionale per il docufim realizzato a Barcellona Pozzo di Gotto

Il docufilm "Dopo questo esilio" diretto da Salvo Presti e realizzato nella  Casa circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina)  vince una statuetta del "Good Villain" all' 11° Festival Internazionale del Cinema di Olsztyn (Polonia) "Prison Movie". Al Festival Internazionale  verranno proiettati film a tema carcerario provenienti da tutto il mondo.   I risultati saranno annunciati e le statue e i premi del "Good Villain" saranno consegnati il 12 ottobre  durante un evento speciale: il gala finale che si svolgerà presso la Filarmonica di Warmia e Masuria a Olsztyn.

Il festival è organizzato dal  Ministero della Giustizia della Polonia, dall'Ispettorato regionale del servizio penitenziario di Olsztyn e dal Centro di detenzione di Olsztyn. Sono stati visti e valutati dalla giuria un totale di 207 film provenienti dalla Polonia e dall'estero (USA, Colombia, Lettonia, Estonia, Ungheria, Slovacchia, Israele, Gran Bretagna, Serbia, Finlandia, Lituania, Repubblica Ceca, Italia, Nepal, Romania).

"Dopo questo esilio" nasce nel 2018 dal progetto didattico Miur Cpia di Messina dal titolo  “Cinema forma dell’anima” allora guidato dalla dirigente scolastica Giovanna Messina. È stato realizzato presso la Casa Circondariale di Barcellona Pozzo di Gotto (Me) diretto da Romina Taiani e curato dal Centro Provinciale Istruzione agli Adulti di Messina CPIA - MIUR) dirigente scolastico Giovanni Galvagno.
 
Il docufilm racconta di cadute, ferite dell'anima, cicatrici e possibili cammini di superamento.Il set è la vecchia scuola/bibloteca dell'ospedale psichiatrico giudiziario, uno spazio quasi metafisico, denso di oggetti ormai desueti, di dolori e sorrisi perduti nel tempo. Il protagonista del docufilm, nel tempo della detenzione ritrova in un angolo della memoria il  ricordo di un "salvataggio” in mare, la sottrazione di una ragazza dalle spire di un mare in tempesta e dalla morte. ll docufilm è scritto e  diretto da Salvo Presti, con la fotografia e l'editing di Emanuele Torre, la produzione esecutiva di Cristina Trio. Gli interpreti sono i detenuti della casa circondariale di Barcellona P.G (Me) e le attrici Marianna Gullì ed Elena Salerno.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casa Circondariale set cinematografico e detenuti interpreti: "Dopo questo esilio" vince una statuetta del Good Villain in Polonia
MessinaToday è in caricamento