rotate-mobile
Eventi

Notte di capodanno con Frassica e Carmen Consoli, duecento eventi a Messina con l'incognita Achille Lauro

Presentato al Comune il programma "Il Natale della RiNascita". Il sindaco De Luca: “Un progetto per il rilancio della città e per dare una risposta immediata alla crisi pandemica che punta tutto sui talenti del nostro territorio”. Gli appuntamenti in Piazza Duomo

La notte di capodanno con Carmen Consoli e Nino Frassica, il giorno prima probabilmente con Mahmood o Achille Lauro o Sangiovanni. Ma c’è spazio anche per Edoardo Bennato, Colapesce e Di Martino e tanti altri protagonisti della musica nel programma presentato stamattina dall'Amministrazione comunale nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca.

Il cartellone degli eventi "Il Natale della RiNascita" parte sì dalle parrocchie che hanno aderito - come ha detto nel suo intervento iniziale il sindaco di Messina Cateno De Luca - ma coinvolge tutta la città, villaggi e il centro con una serie di concerti in Piazza Duomo.

Presenti alla conferenza il sindaco, vicesindaco Carlotta Previti con gli assessori Francesco Gallo e Enzo Caruso; la giunta e i presidenti delle sei Municipalità nonché i rappresentanti delle Società Partecipate.

Dopo i ringraziamenti di rito, è toccato al primo cittadino aprire i lavori per quello che è stato definito un “ambizioso progetto” che doveva partire un anno fa, ma che purtroppo non è stato possibile lanciare a causa della pandemia.

Il progetto di rilancio secondo De Luca

“Un investimento – ha spiegato - che rientra in una strategia complessiva, così come avevamo promesso a giugno scorso. Un progetto per il rilancio della città e per dare una risposta immediata alla crisi pandemica che adesso è peggiore di quella vissuta durante il lockdown, soprattutto per quanto riguarda il mondo delle imprese.  Di fronte a una situazione depressiva del genere – ha insistito il sindaco - che non ha quasi riscontro nella storia, è stato come il terremoto del 1908 con la differenza che la scossa non è una stata una sola ma continuano ancora oggi, chi non ha la capacità o sensibilità di capire questa fase non è degno di essere qualificato rappresentante istituzionale. Perché? Perché noi registriamo ogni giorno attraverso le organizzazioni datoriali e gli imprenditori cosa in questo momento stia vivendo il tessuto imprenditoriale della nostra città, in tutta Italia, ma nel Meridione ancora di più in quanto la nostra capacità di ripresa non è identica a quella di altri territori.

De Luca ha fatto riferimento alle recenti polemiche sui fondi investiti per il Natale tra la vicesindaco Carlotta Previti e il consigliere comunale Alessandro Russo pure senza citarlo. “Io ce l’ho con Carlotta Previti – ha detto De Luca - per non aver speso tutti i 7 milioni di euro, perché bisogna immediatamente dare e mettere in modo intelligente, diffuso e capillare, liquidità, dando una risposta a quel mondo rimasto massacrato dalla pandemia che è il mondo dell’arte della cultura e della musica. Messina città della musica e degli eventi ha questa finalità: dare questa risposta immediata. Perché per ogni imprenditore che fallisce sono tributi in meno per il Comune, ma anche gettoni di presenza in meno per gli asini volanti che continuano a giustificare la loro esistenza criticando e basta sui social ma quando sono chiamati a confrontarsi in consiglio comunale sulla relazione del sindaco non convocano per paura e si fanno richiamare dall’assessorato alle Autonomie locali”.

Si parte l'8 dicembre

A presentare il programma che si apre l’8 dicembre, la vicesindaco Carlotta Previti che ha definito “bonus emergenziale” le risorse investite e di “industria del divertimento” ma soprattutto di un mondo artistico e imprenditoriale capace di resistere anche allo choc della pandemia.

“Messina sarà un palcoscenico che metterà in campo le nostre forze migliori, i nostri ragazzi – ha detto Previti – abbiamo già cominciato con piccoli spettacoli itineranti che hanno rivelato fattori sorprendenti:  che abbiamo talenti musicali in città, ragazzi, cantautori di livello, capaci di reggere palcoscenici nazionali. A Natale debutteranno a Messina perchè la città deve  scommettere sulla vocazioni dei propri artisti e sulla vocazione imprenditoriale di questa città con il Natale della Rinascita. Sarà la puntata zero, la puntata prova, che avrebbe potuto fallire se non ci fosse stato un territorio accanto noi. Una valanga le proposte importanti che sono arrivate e che avremo l’onore di farvi vedere dall’8 dicembre in poi”. Previti ha poi ringraziato i presidenti di quartiere per la sinergia e l’aiuto sulla valutazione delle proposte nei quartieri e villaggi ma anche le associazioni di categoria.

Duecento eventi importanti

Duecento gli eventi che saranno realizzati, sei otto al giorno dedicati dalla Previti a tutti, in particolare a chi dice che “A Messina non c’è nenti”.

Entusiasta l’assessore Caruso che ha paragonato il programma ai vecchi fasti della rassegna cinematografica degli Anni Cinquanta che punterà sulla musica da Camera e Popolare ma anche sui presepi (compreso quello che si annuncia spettacolare sui laghi di Ganzirri e la cavalcata dei Magi il 6 gennaio). Caruso ha proseguito evidenziando che “il progetto rappresenta una grande operazione di marketing territoriale che unisce commercio, turismo e spettacolo finalizzato alla rivitalizzazione e promozione della Città con l’auspicio di proiettare Messina al centro del Mediterraneo anche come Città orientata alla musica attraverso il coinvolgimento di tutti, le parrocchie, che sono presidi all’interno dei villaggi, e le altre zone della città, prevedendo concerti, orchestre da camera, musica popolare, presepi, arti sceniche e tanto altro. Sarà una Messina orientata alla musica e al piacere di venire a visitarla attraverso il coinvolgimento degli albergatori e dei commercianti. In sintesi è un lavoro di squadra con un’unica cabina di regia rappresentata da questa Amministrazione comunale”. 

Piazza Duomo con...

I grandi eventi saranno curati dall’assessore Francesco Gallo con un programma che prevede una serie di concerti concentrati in piazza Duomo (rigorosamente con green pass e accesso alla piazza limitato)  il 18 dicembre Edoardo Bennato, 20 dicembre Michele Zarrillo, 21 dicembre Riccardo Fogli, 26 dicembre Tinturia, 28 dicembre la Nuova compagnia di Canto popolare, il 30 un evento da confermare con un range di nome che va da Mahmood, a Sangiovanni o Achille Lauro, per sabato 31 un cast di siciiano con Nino Frassica e il suo gruppo musicale e a sseguire il concerto di Carmen Consoli con Marina Rei poi dj, mentre il 2 gennaio si chiude il quadro con altri due siciliani emergenti: Colapesce e Di Martino.

Il contributo delle partecipate

Gallo ha aggiunto poi il prezioso contributo delle Società Partecipate che hanno offerto l’abbellimento delle piazze più importanti, Unione Europea e Cairoli, con l’allestimento degli alberi, ed ha ringraziato gli addetti che stanno operando nei lavori di montaggio delle luminarie, anticipando poi il videomapping “l’evento in occasione delle feste natalizie – come già avvenuto lo scorso anno – che prevede l’illuminazione artistica di alcuni siti di particolare interesse attraverso la tecnica del videomapping. L’obiettivo è quello di restituire alle piazze interessate all’iniziativa una atmosfera onirica e festosa, utilizzando un linguaggio visivo moderno e di facile lettura”. In dettaglio, a Piazza Duomo sarà illuminata artisticamente la facciata della Basilica Cattedrale. Le videoproiezioni saranno a cura del collettivo artistico Lume, capitanato da Vincio Siracusano, esperto nella digital artist, e Riccardo Bonaventura, grafico multimediale. Sono previsti 4 diversi spettacoli, uno per ogni settimana, fino al 6 gennaio 2022; a Piazza Unione Europea, sarà illuminata artisticamente la facciata di Palazzo Zanca dall’8 dicembre al 6 gennaio 2022; le videoproiezioni saranno curate da Proietta s.r.l. azienda leader nel settore; e il Santuario di Montalto, iniziativa che prenderà il via il 15 dicembre e prevede una videoproiezione sulla facciata del chiesa, sponsorizzata da Caronte & Tourist SpA . Il progetto sarà realizzato dal collettivo artistico Lume, capitanato da Vincio Siracusano, esperto nella digital artist, e Riccardo Bonaventura, grafico multimediale.

articolo modificato alle 20.15 del 6 dicembre 2021//aggiunti dettagli manifestazione

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Notte di capodanno con Frassica e Carmen Consoli, duecento eventi a Messina con l'incognita Achille Lauro

MessinaToday è in caricamento