Venerdì, 24 Settembre 2021
Eventi

Parte la grande sfida al Cous cous fest, tra gli chef in gara il messinese Salvatore Denaro

Festival dell'internazionale dell'integrazione culturale, giunto alla 22ma edizione, che si svolgerà a San Vito Lo Capo dal 20 al 29 settembre. Il vincitore entrerà nella squadra azzurra che gareggerà al Campionato del mondo

Ci sarà anche il messinese Salvatore Denaro a contendersi il titolo di 'Miglior chef italiano' e la possibilità di entrare a far parte della squadra 'azzurra' che gareggerà al Campionato del mondo di cous cous. La gara al Cous Cous Fest, Festival dell'internazionale dell'integrazione culturale, giunto alla 22ma edizione, che si svolgerà a San Vito Lo Capo dal 20 al 29 settembre.

Degustazioni, sfide di cucina, cooking show, concerti e spettacoli all'insegna dello scambio e del dialogo tra i popoli che celebra il piatto 'giramondo' simbolo di meticciato e contaminazione. Il Cous Cous Fest è coprodotto dall'agenzia di comunicazione Feedback in collaborazione con il Comune di San Vito Lo Capo. Sei chef, sei ricette, un solo vincitore. A sfidarsi con Denaro, Massimiliano Poli di Milano, Laura Bonoli di Bologna, Carlotta Ricciardelli di Roma, Lucia Tellone de L'Aquila e Marco Parenzan di Treviso. A giudicare gli chef - selezionati attraverso uno contest online su tutto il territorio italiano - sarà una giuria tecnica, presieduta dal giornalista Carlo Ottaviano, firma del Messaggero. Le sfide saranno condotte dal giornalista Roberto Giacobbo a fianco di Sarah Castellana, volto di Quelli che il Calcio e Rai Sport.

Il Campionato del mondo di cous cous è la più famosa gara gastronomica internazionale dedicata al cous cous, quest'anno all'insegna del motto "Make cous cous not walls". Chef provenienti da Israele, Italia, Marocco, Palestina, Senegal, Stati Uniti e Tunisia si confronteranno a tavola per celebrare la pace e l'integrazione tra popoli. A loro si aggiunge un team speciale, quello sotto la 'bandiera' dell'Unhcr, l'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati e Kamba, un progetto di inclusione sociale per giovani richiedenti asilo e migranti. In squadra per l'Unhcr ci saranno due rifugiati politici, Basim Alfatlawi (Iraq) e Jamol Ismail Ssali (Uganda) che hanno partecipato al programma 'Food for inclusion' promosso da Unhcr e l'Università di scienze gastronomiche di Pollenzo, che ha come obbiettivo l'integrazione culturale ed economica dei rifugiati in Italia attraverso pratiche legate al food. I piatti saranno valutati da una giuria popolare e di una giuria di esperti presieduta da Enzo e Paolo Vizzari, giornalisti esperti di enogastronomia.

Sul palco ci sarà spazio per i grandi interpreti della cucina italiana che presentano le loro migliori ricette al pubblico della rassegna che ha la possibilità di assistere dal vivo alla preparazione, e poi assaggiare, i piatti di Andy Luotto, Filippo La Mantia, Chiara Maci, Sergio Barzetti e Giorgione. Le ricette sono abbinate ai migliori vini regionali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parte la grande sfida al Cous cous fest, tra gli chef in gara il messinese Salvatore Denaro

MessinaToday è in caricamento