rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Eventi Centro / Via Giuseppe Garibaldi

Disturbi alimentari, arriva il progetto per "guarire" con la realtà virtuale e l'intelligenza artificiale

Per la Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla la presentazione di "Arcadia VR" alla Sala Laudamo

In occasione della Giornata Nazionale del Fiocchetto Lilla, dedicata alla sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare, mercoledì 20 marzo, a partire dalle ore 19, alla Sala Laudamo dell’Ente Regionale Teatro Vittorio Emanuele di Messina, sarà presentato il progetto "Arcadia VR" che punta a sviluppare, testare e implementare metodi, tecnologie e strumenti innovativi basati sull’utilizzo di realtà virtuale e intelligenza artificiale. Integrati alle terapie cognitivo-comportamentali, questi strumenti mirano a valutare e trattare in modo più efficace i disturbi del comportamento alimentare.

Le potenzialità di "Arcadia VR" saranno illustrate durante l’appuntamento "Coffee Talk: Art & Neuroscience", un evento che promuove un approccio inclusivo e multidisciplinare alla discussione. Attraverso un dialogo aperto e informale, arte e scienze si intrecceranno per approfondire la complessità dei disturbi del comportamento alimentare.

La serata prevede interventi di esperti che condivideranno conoscenze e ultime ricerche, tra cui Giuseppe Riva dell’Università Cattolica di Milano, Caterina Renna dell’Azienda Sanitaria Locale di Lecce, Silvia Ruggieri del Cnr-Irib di Palermo, Maria Letizia Caracciolo e Maria Trimarchi dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, con la moderazione di Marco Ferrazzoli, dirigente tecnologo del Cnr.

Seguirà una happening di danza de "Le Sorelle" di Lecce. Con la regia e coreografia di Annamaria De Filippi si esibiranno le Compagnie di danza 'Atto' ed 'Elektra', che fanno parte dei laboratori espressivi del Centro per la Cura e la RIcerca sui DNA (Dsm, Asl Lecce), che condivideranno la loro esperienza di recupero, offrendo spunti di riflessione e ispirazione.

“I disturbi del comportamento alimentare - sottolinea Flavia Marino, ricercatrice del Cnr-Irib di Messina, psicologa e psicoterapeuta -, riguardano il rapporto con il cibo e l'immagine del proprio corpo, portando a pensieri ossessivi su cibo, peso, forma corporea e controllo dell'alimentazione.

Includono condizioni come l'anoressia nervosa, il disturbo da alimentazione incontrollata e la bulimia nervosa, evidenziando la crescente preoccupazione sociale per la loro diffusione e l'esordio precoce”.

“La realtà virtuale - dichiarano il prof. Riva dell’Università Cattolica e l’ing. Giovanni Pioggia del Cnr-Irib di Messina - potenziata dall'intelligenza artificiale e dalle più recenti tecnologie di interazione uomo-computer, offre soluzioni innovative per affrontare i sintomi dei disturbi del comportamento alimentare, supportate da evidenze scientifiche che dimostrano l'efficacia di questo approccio clinico traslazionale. In particolare, queste tecnologie possono aiutare a modulare il cambiamento delle distorsioni corporee percettive implicite ed esplicite.

La sensazione di presenza offerta dalla realtà virtuale (VR) rappresenta uno strumento molto potente per valutare e trattare i disturbi della salute mentale, poiché gli utenti si sentono immersi e agiscono in un mondo digitale come se fosse reale, vivendo così esperienze trasformative rispetto alla propria percezione del corpo, delle emozioni, e della realtà che li circonda”.

“Il valore aggiunto della VR rispetto ad altre esperienze sintetiche”, rimarca il prof. Riva, è appunto la sensazione di presenza, cioè la sensazione di essere effettivamente lì all'interno dell'ambiente digitale che sostituisce le percezioni reali del proprio corpo”.

Il progetto Arcadia VR - Assistenza e Riabilitazione del Comportamento Alimentare tramite Dispositivi basati sull’Intelligenza Artificiale e sulla Realtà Virtuale, è finanziato dal Ministero delle Imprese e del Made in Italy (Mimit), i cui partner sono: Cnr-Irib di Messina, Università Cattolica di Milano, Madre Teresa srl di Lecce, Medilink srl e SB-Setec spa di Siracusa, in collaborazione esterna con le Aziende Sanitarie di Messina, Lecce e Trapani, e il Consorzio Mediterranean Health Innovation Hub (Mhih).

L'incontro, che ha l'obiettivo di rendere il dialogo e la sensibilizzazione sui disturbi del comportamento alimentare accessibili al vasto pubblico, è patrocinato dal Comune di Messina, dall’Azienda Sanitaria Locale di Lecce, dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Messina, dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani e dall’Ente Autonomo Regionale Teatro di Messina. L'ingresso è gratuito. Organizzazione dell'evento Flavia Marino, Rosa Musotto, Alfio Puglisi, Antonio Cerasa, Antonio Barbera, Giovanni Pioggia.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disturbi alimentari, arriva il progetto per "guarire" con la realtà virtuale e l'intelligenza artificiale

MessinaToday è in caricamento