Salute

Giornata mondiale contro l'Aids, screening e consulenze gratuite al Papardo

Domenica 1 dicembre sarà possibile rivolgersi al personale medico sanitario per ottenere informazioni sulle malattie sessualmente trasmissibili, sui pericoli e sulle profilassi

Alla vigilia della Giornata Mondiale contro l'Aids che cade l'1 dicembre un focus sul virus mostra statistiche rilevanti per la Sicilia. Nel 2017 sono stati registrati 278 casi di nuove infezioni da Hiv, contro i 187 casi notificati nel 2012.

Il 67,5% di tutti i casi siciliani relativi al periodo 2009-2017 sono stati diagnosticati negli ospedali delle province di Palermo e Catania, seguiti da Siracusa, Messina, Trapani, Ragusa e Caltanissetta.

Nella giornata dedicata alla prevenzione dell’Aids e alla consapevolezza sulle malattie sessualmente trasmissibili così come voluto dall’assessorato Regionale alla Sanità in tutta l’Isola, l’azienda ospedaliera Papardo promuove una giornata al reparto di malattie infettive - sito al settimo piano - aperto domenica 1 dicembre dalle 9 alle ore 13 e dalle ore pomeridiane delle 15 alle 19- dove sarà possibile rivolgersi al personale medico sanitario per ottenere informazioni sulle malattie sessualmente trasmissibili, sulla prevenzione, sui pericoli e sulle profilassi. Sarà inoltre possibile sempre in formato anonimo, poter effettuare il test dell’HIV in maniera gratuita.

Secondo l’Osservatorio epidemiologico dell’assessorato alla Salute della Regione (Dasoe), in particolare, al 2017 la trasmissione con rapporti eterosessuali costituisce il 91% dei casi fra le donne italiane e il 97% fra quelle straniere.

Il 67,5% di tutti i casi siciliani relativi al periodo 2009-2017 sono stati diagnosticati negli ospedali delle province di Palermo e Catania, seguiti da Siracusa, Messina, Trapani, Ragusa e Caltanissetta.

Nel caso degli uomini vi è una notevole differenza: fra gli italiani la modalità principale è quella legata ai rapporti omosessuali (68%) ed i rapporti eterosessuali sono responsabili del 27% dei casi, mentre fra gli stranieri i rapporti eterosessuali costituiscono il 68% dei casi e il 19% delle trasmissioni è legato ai rapporti omosessuali. Il 67,5% di tutti i casi siciliani relativi al periodo 2009-2017 sono stati diagnosticati negli ospedali delle province di Palermo e Catania, seguiti da Siracusa, Messina, Trapani, Ragusa e Caltanissetta.

Il reparto del Papardo dedicato alle malattie infettive accoglie ogni anno 200 pazienti e ha una media di 10 diagnosi l’anno di HIV. Nella sola Messina la percentuale di incidenza della malattia è quasi tre volte superiore quella nazionale con una percentuale del 12% contro una media nazionale del 4.7% ogni 100 mila abitanti. Nel mondo ci sono 38 milioni di persone affette da HIV (dati aggiornati al 2018) mentre in Italia ci sono state 2.847 nuove diagnosi nel 2018 con una incidenza maggiore nei giovani tra i 25 e i 29 anni. In Italia ci sono infatti 130 mila pazienti colpiti da questa malattia che oggi, nonostante la sua cronicità, se curata per tempo assicura una aspettativa di vita pari al normale. Ma bisogna effettuare dei test perché la malattia si manifesta dopo 10 anni dal contagio e può nascondere altre patologie sessualmente trasmissibili come la sifilide e la gonorrea.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giornata mondiale contro l'Aids, screening e consulenze gratuite al Papardo

MessinaToday è in caricamento