Sport e disabilità, nuovo spazio a Nemo Sud con una parola d'ordine: "Vola Solo Chi Osa"

Il Centro Clinico inaugura un percorso a cielo aperto nel terrazzo della struttura per avviare all'attività mortoria pazienti con patologie neuromuscolari. Un percorso di inclusione e socializzazione

Gianluca Vita e Davide Milone, neurologo e fisiatra

Il 12 settembre, il Centro Clinico NeMO SUD inaugurerà un nuovo spazio dedicato all'avviamento allo sport per giovani con disabilità motoria. Uno strumento di socializzazione e di inclusione sociale che avrà un impatto significativo sul benessere e sulla qualità di vita dei pazienti e delle loro famiglie.

“Vola Solo Chi Osa” è un progetto nato qualche anno fa ma la cui realizzazione è stata possibile solo adesso, grazie al contributo di Fondazione con il Sud e Fondazione Vodafone Italia che attraverso il bando Oso, Ogni Sport Oltre, è impegnata nella promozione della pratica sportiva tra le persone con disabilità.

Non solo uno spazio fisico, la terrazza di NeMO SUD diverrà infatti un luogo di allenamento ma anche di inclusione, grazie alla realizzazione di un circuito per carrozzine (manuali ed elettriche) utile per insegnare ai bambini ed ai ragazzi un uso sicuro e corretto dell’ausilio, quale prerequisito fondamentale per l’attività sportiva e per le attività di vita quotidiana. Il terrazzo potrà essere destinato anche all'accoglienza e alla socializzazione dei familiari che accompagnano i bambini e i ragazzi durante lo svolgimento delle attività.

Il Centro Clinico NeMO Sud include, quindi, nella presa in carico globale e multidisciplinare del paziente anche l’attività sportiva.

L'appuntamento è per il 12 settembre, alle 17:30, al IV piano del padiglione B del Policlinico “Gaetano Martino", dove ha sede il NeMO Sus.

Nel corso della cerimonia di inaugurazione saranno presenti autorità locali, associazioni di pazienti vicine al Centro Clinico e rappresentanti di Fondazione Vodafone e Fondazione con il Sud.

Sono tanti i cuori, le menti e le professionalità che hanno contribuito alla realizzazione del progetto che è stato disegnato, pro bono, dall'architetto Conci Spagnolo. L'ingegnere Franco Trifirò si è occupato della parte autorizzativa e realizzativa insieme all'ingegnere Virginio Brocajoli. Tre associazioni - legate al mondo della disabilità - sono divenute partner di “Vola Solo chi Osa” partecipando al bando al fianco del Centro Clinico NeMO SUD: Famiglie SMA, Senza Barriere e l'Associazione Re Colapesce. Tra i donatori che negli scorsi anni hanno creduto nella validità del progetto ed hanno voluto sostenerlo: l'azienda Caffè Barbera, il Distretto Leo Club 108YB ed il Distretto Rotary 2110 Sicilia-Malta.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, un caso a Messina ma non è il ceppo "cinese": "Nessun allarme"

  • Da alcuni giorni non si avevano più sue notizie, anziana trovata cadavere in via del Carmine

  • Il calvario di Gianluca Trimarchi sta per finire, tra due mesi previsto il ritorno a Roccalumera

  • Cede un tombino in via Dei Mille, 57enne sprofonda per cinque metri

  • "Abusi sessuali su paziente dopo averla drogata", infermiere del Policlinico in ferie forzate

  • Sorpresi a fare sesso in piazza Repubblica: multa e daspo per una coppia focosa

Torna su
MessinaToday è in caricamento