VIDEO | Come d'Incanto, il ballo degli operatori in quarantena: "Fieri di aver portato a termine una missione" 

Il messaggio di speranza lanciato dai dipendenti della casa di riposo sulle note di Jerusalema. Terminati i quattordici giorni di quarantena dopo il focolaio Covid scoppiato ad inizio mese. Si attende il responso dei tamponi molecolari. Ancora gravi le condizioni della signora di 85 anni ricoverata al Policlinico

Ballare per esorcizzare la paura e lanciare un altro grande messaggio di speranza. Così gli operatori della Come d'Incanto, ristretti in isolamento dopo aver contratto il Covid, hanno deciso di lasciarsi andare sulle note di Jerusalema spezzando la monotonia delle due settimane di quarantena che adesso stanno per concludersi. Un gesto semplice e di forte impatto che arriva da chi sta vivendo in prima persona la pandemia e che nonostante tutto non si tira indietro.

Nella casa di riposo di via primo settembre sono ore di attesa. L'Asp a breve fornirà l'esito dei nuovi tamponi molecolari a cui si sono sottoposti tutti i dipendenti lo scorso 17 aprile. Sette di loro sono dentro la struttura senza alcun sintomo ormai da 14 giorni. Vogliono adesso riabbracciare i propri cari e ricevere il cambio dai colleghi pronti a riprendere servizio. Dei cinque operatori positivi, tutti già vaccinati, due risultano negativi, uno attende il risultato del test molecolare mentre altri due sono ancora positivi pur senza sintomi. Restano invece ancora gravi le condizioni della donna di 85 anni ricoverata al Policlinico dallo scorso 10 aprile dopo aver contratto il Covid. In buone condizioni gli altri ospiti della casa di riposo ancora positivi. Quattro anziane sono ancora ricoverate all'Opus, una all'ospedale Piemonte mentre un'altra signora sta osservando la quarantena nella propria casa. Tutti monitorati e senza sintomi gli altri 22 ospiti rimasti dentro la struttura insieme ai sette operatori.

"Siamo fieri di noi stessi per aver portato a termine una missione" 

Commoventi i messaggi degli operatori a colloquio con Donatella Martinez, responsabile della Come d'Incanto. Tutti hanno sottolineato la gioia di aver dato aiuto nonostante i problemi creati dal Covid. "Siamo stanchi, ma fieri di noi stessi. Abbiamo portato a compimento un grande lavoro per i nostri nonnini che in questo periodo sono stati lontani dai propri cari. Attendo di tornare a casa felice e soddisfatta. Qualsiasi avversità incontreremo sul nostro cammino non ci spaventa più  continueremo sempre a prenderci cura di loro con tutto l'amore che abbiamo nel cuore".

Sullo stesso argomento

Video popolari

VIDEO | Come d'Incanto, il ballo degli operatori in quarantena: "Fieri di aver portato a termine una missione" 

MessinaToday è in caricamento