Giovedì, 28 Ottobre 2021
Attualità

MuPe, una sala in nome del “principe dei pastori-suonatori di Area metropolitana” Sostene Puglisi

Cerimonia di intitolazione il prossimo 15 settembre. Per gli 84 anni del maestro di "ciaramedda, frautu" e non solo un segno di riconoscimento da parte di suonatori e costruttori

Da sempre suona gli strumenti che profumano di storia e tradizioni "ciaramedda, frautu , frautu a paru e zammaruni" ed è una figura carismatica per la ricerca  etnorganologica e per generazioni di suonatori e costruttori. Stiamo parlando di Sostene Puglisi, colui che ha ereditato una cultura pastorale e musicale le cui origini affondano nella storia millenaria e si confondono con la mitologia. Motivo per il quale martedì 15 settembre il MuPe, Museo cultura e musica popolare dei Peloritani  intitolerà a suo nome in occasione del suo 84esimo compleanno la sala III Pan e i suoi figli.

Come segno di riconoscenza per gli insegnamenti di vita e di tradizione ricevuti da  Puglisi, al momento chiuso  in casa per una grave infermità, sarà donata a nome di una rappresentanza di suonatori e costruttori, formata da Salvatore Vinci, Felice Currò, Rosario Altadonna e Mario Sarica fondatore e curatore scientifica del Museo dei Peloritani ,una targa lignea artistica realizzata da Pippo Principato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

MuPe, una sala in nome del “principe dei pastori-suonatori di Area metropolitana” Sostene Puglisi

MessinaToday è in caricamento