Attualità Spadafora

Da Spadafora a New York per realizzare un sogno: la storia di Piero, musicista e campione di arti marziali

A 25 anni è un batterista apprezzato negli Stati Uniti, ma prima ha trionfato nello Ju Jitsu conquistando il titolo mondiale. I record di un enfant prodige messinese. "Ai miei coetanei dico di non mollare, nulla è impossibile se c'è l'impegno"

Campione del mondo di arti marziali prima, musicista jazz apprezzato negli Stati uniti poi. 

Sono i due traguardi raggiunti dal messinese Piero Alessi nonostante la giovanissima età, 25 anni appena. Una storia di successo che deve essere un esempio per i tanti ragazzi siciliani che rinunciano a realizzare i propri sogni mollando alla prima difficoltà incontrata.

Impegno, caparbietà e passione hanno portato Piero a raggiungere gli obiettivi che si era prefissato partendo dalle sue passioni: la musica e il Ju Jitsu.

Piero è nato a Spadafora e ci ha vissuto fino all'età di cinque anni per poi trasferirsi a Palermo con tutta la sua famiglia. Deve tutto a uno zio, il primo a intuire le sue capacità ed aprirgli un mondo che fino ad allora sconosceva.

"Mio zio nel tempo libera suonava la batteria - racconta Piero a Messina Today - un giorno mi fece sedere sullo sgabello e mi mise le bacchette in mano. Tra me e lo strumento fu amore a prima vista. Da allora iniziai a suonare la batteria ogni giorno, acquisendo le prime nozioni dal maestro Piero Vizzini. A 19 anni mi sono sentito pronto per iscrivermi al conservatorio e cercare di intraprendere la carriera musicale".

L'iscrizione al conservatorio si rivela il primo passo di un percorso incredibile. "E' solo grazie al sostegno della mia famiglia - spiega - che non ho mollato davanti alle prime insidie. Non è stato facile all'inizio, ma lentamente ho iniziato a farmi conoscere nel panorama musicale palermitano. Nel 2017 ho deciso di fare un salto di qualità e di trasferirmi in Inghilterra studiando al Royal Conservatoire of Birmingham. Lì ho fatto la mia prima apparizione al Cheltenam Jazz Festival".

Dopo alcuni mesi passati a suonare a bordo delle navi da crociera, Piero realizza il suo vero sogno. "Ottenuto il diploma da batterista ho deciso di andare fino in fondo e mi sono trasferito a New York, una delle città più importanti al mondo per il jazz. In poco tempo mi sono trovato al fianco di musicisti internazionali come Roy Haynes e John O'Neal. Negli Stati Uniti devo dire di essermi trovato davvero bene dal primo momento - racconta Piero -  sto vivendo il mio sogno e sto avendo l’opportunità di suonare e condividere esperienze con i miei idoli, non potrei chiedere di meglio".

Oltre la musica, nella vita di Piero c'è anche lo sport. Anche qui c'è lo zampino dello zio. "Oltre che della batteria - precisa il 25enne - mio zio mi ha fatto innamorare anche delle arti marziali. A 14 anni ho iniziato a praticare Ju Jitsu con il maestro Cristian Minuto di Capaci".

E le soddisfazioni sono arrivate subito. Piero Alessi ha bruciato le tappe e in pochi anni ha vinto tre titoli europei con la nazionale italiana, due medaglie d'oro fino a raggiungere il massimo risultato nel 2011 laureandosi campione del mondo. "Le arti marziali - spiega - rappresentano un punto cruciale della mia vita e della mia carriera e senza di esse non sarei l’uomo che sono adesso. Ho capito che si può fare sia musica che sport ad alti livelli, sono un connubio perfetto. La chiave per riuscirci è il sacrificio, unito all’organizzazione: devi pianificare ogni ora del giorno ed essere concentrato e determinato, non puoi permetterti di sprecare neanche un momento della tua giornata".

Ma quando può Piero molla tutto e si rifugia nella sua Spadafora. "Ci torno spesso, amo trascorrere le festività con la mia famiglia e i vecchi amici. Sono legato alla mia terra e il consiglio che rivolgo a tutti i miei coetanei siciliani è quello di inseguire sempre i propri sogni, prefissare un obiettivo e lavorare sodo per raggiungerlo. Ho imparato che nulla è impossibile, il duro lavoro, l’amore e soprattutto l’umiltà vengono sempre ripagati. Come dicono gli americani 'just do it', dipende solo da te stesso".

Piero Alessi è solo all'inizio della sua vita e della sua carriera e la determinazione non gli manca. "Il mio prossimo obiettivo - ammette -  è quello di andare in tour e girare il mondo, calcare i grandi palchi internazionali, condividere musica ed emozioni e trasmettere alla gente la mia personalità e la mia idea di vita".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Spadafora a New York per realizzare un sogno: la storia di Piero, musicista e campione di arti marziali

MessinaToday è in caricamento